10 cose da fare a Viterbo

9 gennaio 2018

Ormai da diversi anni la vita culturale e sociale della città di Viterbo è animata da numerosi eventi, festival e appuntamenti di ogni tipo, che hanno indubbiamente aumentato le possibilità di trascorrere il tempo libero, le occasioni di divertimento e la circolazione delle idee.

Ma al di là di tutto questo, cosa c’è davvero da fare a Viterbo? Quali opportunità di svago e cultura offre il capoluogo della Tuscia tutti i giorni, non soltanto quando c’è un evento più o meno importante? Quali sono le esperienze che la città propone sia turista sia al residente che vuole conoscere meglio il posto dove vive o non vuole annoiarsi?

Ecco, secondo il consueto format che va per la maggiore sul web e sui social, una selezione di 10 cose da fare a Viterbo, disponibili quotidianamente.

 

Visitare il Colle del Duomo, un piccolo “Vaticano”

Colle del Duomo Viterbo

Foto: Valerio Mei / Shutterstock.com

Il Colle del Duomo è oggi un polo turistico di livello internazionale, il must visit di Viterbo. Questo era il centro della Cristianità nel XIII secolo, quando Viterbo fu sede pontificia: nella Sala del Conclave è nata la stessa parola conclave! Un percorso di visita ben organizzato ti condurrà attraverso il Palazzo dei Papi, la Cattedrale di San Lorenzo e il Museo Colle del Duomo. Un comodo ascensore ti porta fin qui dal parcheggio di Valle Faul.

 

Fare un bagno alle terme

Viterbo terme

Foto: Instagram @igermaurophone

Fin dall’antichità, il territorio di Viterbo è noto per le sue sorgenti termali e per le qualità terapeutiche di queste acque. Persino Dante, nell’Inferno, cita la sorgente del Bullicame. Se desideri trascorrere un momento di sano relax, oggi hai a disposizione alcuni moderni stabilimenti termali, ma anche diverse piscine naturali all’aperto dove, grazie alla temperatura dell’acqua, puoi fare il bagno pure in inverno!

 

Goderti una camminata nel verde di Villa Lante

Villa Lante Bagnaia Viterbo

Viterbo, purtroppo, non ha parchi pubblici di grandi dimensioni. Una valida soluzione, allora, è Villa Lante, in frazione Bagnaia. Qui, pagando un biglietto, puoi visitare il meraviglioso giardino all’italiana. Ma se desideri fare solo una camminata tra alberi, prati e antiche fontane, l’ingresso al parco boschivo è gratuito. La Fontana del Pegaso ti accoglierà all’ingresso. Tutta la Villa Lante, tra giardino e parco, occupa 22 ettari.

 

Divertirti la sera nei locali di San Pellegrino

Movida Viterbo

Foto tratta da www.decarta.it.

Se di giorno il quartiere di San Pellegrino e le aree limitrofe sono un gioiello da mostrare ai turisti, è di sera che vie e piazze del nucleo più antico della città si riempiono di giovani che affollano ristoranti, pizzerie, cocktail bar, street food. Sei un amante della movida? Allora questa è la parte di Viterbo che devi frequentare by night! Ti consigliamo inoltre due locali molto affermati e ubicati in altre zone: il Blitz Caffè e il Toto’s.

 

Passeggiare in Corso Italia e Via Roma

Foto tratta dalla pagina Facebook “Viterbo Clean Up”.

Quella di Corso Italia e Via Roma è la storica isola pedonale di Viterbo, che si estende da Piazza Giuseppe Verdi a Piazza del Plebiscito. E’ il “salotto” della città, dove puoi passeggiare tra negozi e caffè. Fare il cosiddetto “struscio” (o “le vasche”), soprattutto il sabato pomeriggio, è tuttora uno dei passatempi dei giovani e meno giovani viterbesi. Ti consigliamo una sosta in Piazza delle Erbe per ammirare la Fontana dei Leoni e un passaggio nella vicina e maestosa Via Marconi, che la domenica è chiusa al traffico.

 

Scoprire la Viterbo Sotterranea

Viterbo Sotterranea

Foto tratta da www.tesoridietruria.it.

La bellezza del centro storico di Viterbo è sotto gli occhi di tutti, ma se vuoi scoprire qualcosa di più? Ecco allora che hai la possibilità di visitare Viterbo Sotterranea. Dall’ingresso di Piazza della Morte accedi a un breve tratto delle gallerie e dei cunicoli che si estendono nel sottosuolo cittadino. Un percorso sicuro e illuminato, completamente scavato nel tufo attraverso ambienti che assunsero la fisionomia attuale già nel Medioevo.

 

Ammirare la Biga di Castro

Biga di Castro Viterbo

Foto tratta da Pinterest

A Viterbo, nel Museo Nazionale Etrusco Rocca Albornoz, è esposto un importante reperto archeologico: la Biga di Castro, il celebre carro da parata risalente al VI secolo a.C. Per te è un’occasione di visitare l’intera struttura museale, dedicata alla civiltà etrusca. Una volta finito, ricordati di fare un salto nella vicinissima Basilica di San Francesco per ammirare le tombe dei papi Clemente IV e Adriano V, due gioielli di arte medioevale.

 

Andare sulle tracce di Santa Rosa

Macchina di Santa Rosa Viterbo

Foto tratta da www.visit.viterbo.it

Se ti trovi a Viterbo e non è il 3 settembre, puoi effettuare comunque un itinerario sulle tracce di Santa Rosa, la patrona cittadina a cui è dedicato lo spettacolare trasporto della Macchina. Ti consigliamo di visitare il Santuario in cui si custodisce il Sacro Corpo di Santa Rosa, la vicina Casa di Santa Rosa, la Chiesa di Santa Maria in Poggio (luogo della sua prima sepoltura), Porta Romana con la statua della Santa (luogo di partenza della Macchina), il Monumento al Facchino in Piazza della Repubblica e, nel quartiere di San Pellegrino, il Museo del Sodalizio Facchini di Santa Rosa per sapere proprio tutto sulla tradizione viterbese!

 

Immergerti tra i libri della Biblioteca Consorziale

Biblioteca Viterbo

Foto tratta da www.bibliotecaviterbo.it

Se sei un appassionato di libri, una tappa obbligata è la sede della Biblioteca Consorziale di Viterbo in Viale Trento, di fronte alla stazione ferroviaria di Porta Fiorentina. Recentemente ristrutturata con moderne soluzioni di design, qui troverai un ambiente di grande fascino: le pareti di sale e corridoi sono percorse dalle immagini e dalle frasi dei più grandi nomi della letteratura italiana e mondiale. La Biblioteca è attrezzata con sale conferenze, lettura, proiezioni, mostre, bambini e altro.

 

Concludere con un giro nella zona commerciale

Foto: Shutterstock.com

Ami lo shopping? Allora, prima di salutare Viterbo, non puoi esimerti dal compiere un giro nella zona nord della città, dove sono concentrati i principali centri commerciali. Negozi di ogni genere, dalla moda all’arredamento, dall’hi-tech al benessere, ristoranti, fast food, grandi marchi e tanto altro sono pronti ad accoglierti per soddisfare ogni tua esigenza di acquisto. Fai attenzione, però, nelle ore di punta, nei weekend e in periodi particolari come quello di Natale: potresti trovare molto traffico.

Francesco Mecucci