vasanello

CAI Viterbo e Comune di Vasanello insieme per la rete sentieristica

24 Dicembre 2018

La sezione CAI – Club Alpino Italiano di Viterbo ha stipulato una convenzione con il Comune di Vasanello per la realizzazione, la gestione ed il monitoraggio della rete sentieristica e della viabilità minore nel territorio comunale.

In virtù di detta convenzione, il CAI di Viterbo opererà quale referente privilegiato per l’esecuzione di un programma concordato di progettazione della rete sentieristica, di segnatura sul terreno secondo le indicazioni e prescrizioni definite dal CAI, di manutenzione ordinaria, di realizzazione di elaborati cartografici e di redazione del piano regolatore della sentieristica.

Grazie a questa collaborazione il territorio del Comune di Vasanello verrà collegato con la vasta rete di sentieri CAI che collega molti paesi e molte zone di interesse turistico e culturale della provincia di Viterbo. Da questo punto di vista, Vasanello rappresenta un importantissimo snodo in quanto tappa sia della Via Amerina proveniente da Orte e diretta a Corchiano, sia del sentiero CAI n.103 dalla Stazione di Orte Scalo a quella di Vetralla.

Il sentiero 103 permetterà quindi agli escursionisti che raggiungeranno la nostra provincia con il treno, di scendere alla Stazione di Orte e, facendo tappa a  Vasanello  e a Soriano nel Cimino, raggiungere il Monte Cimino, la Riserva del Lago di Vico per poi arrivare a Vetralla e riprendere il treno. Proseguendo oltre, il sentiero raggiunge la Necropoli di San Giuliano a Blera, Barbarano Romano e il Parco Marturanum. Il progetto finale del CAI di Viterbo sarà quello di proseguire il sentiero fino a Monte Tomano e a Tarquinia.

La stipula di questa convenzione rappresenta una tappa importantissima che premia l’impegno del consiglio direttivo e della commissione sentieristica del CAI di Viterbo nella valorizzazione della rete sentieristica della provincia di Viterbo e nella promozione turistica del territorio.

Foto fornita da CAI Viterbo