“Cammino del Cibo”, Tarquinia apre il progetto di Unindustria

6 Marzo 2018

E’ iniziato ufficialmente l’Anno del Cibo Italiano e la Sezione Industria del Turismo e del Tempo libero di Unindustria presenta il progetto Cammino del Cibo – Roma & Lazio: a food experience, che ha l’ambizione di divenire un modello per lo sviluppo di nuove proposte turistiche per far scoprire la bellezza e la ricchezza culturale della nostra Regione.

Obiettivo del progetto è promuovere Roma e il Lazio creando esperienze multi-sensoriali che raccontino il territorio attraverso degustazioni enogastronomiche con l’ausilio di supporti multimediali. Questo l’obiettivo del progetto che prevede anche uno storytelling del tour fieristico per raccontare, anche sul digitale, le aziende e i prodotti che stanno dando vita a questo percorso di riscoperta enogastronica di Roma e del Lazio.

 

Unindustria presenterà il progetto con una conferenza stampa alla fiera internazionale del turismo ITB di Berlino il prossimo 8 marzo 2018 presso la Sala R12 CityCube seguita alle ore 15.00 da un live show cooking nel Ristorante dello Stand Italia – 106.

Un’iniziativa per tutto il Lazio: primi due protagonisti di questa innovativa soluzione saranno le città di Terracina e di Tarquinia che proporranno alcuni dei principali prodotti tipici del territorio per dare vita alle due prime video ricette interattive del Cammino del Cibo.

Il gruppo di lavoro della Sezione che ha sviluppato il progetto è composto da Andrea D’Onofrio, coordinatore del progetto; Claudio Dell’Accio, Bizzeffe Srl, Fabrizio Niccolai, Acqua e Terme di Fiuggi Spa; Leonardo Tosoni, Skylab Studios Srl; Giovanni Silvestri, Italia Cibum Spa.

Leonardo Tosoni dell’azienda tarquiniese Skylab Studios avrà il piacere di presentare, durante la conferenza stampa, l’innovativa cartolina in realtà aumentata ideata e progettata per Unindustria e per il progetto Cammino del Cibo, una vera e propria food experience.

Una novità assoluta in termini innovativi – spiega Tosoni – per definire e sfruttare le nuove tecnologie al servizio della promozione e della divulgazione del patrimonio italiano. L’anno del cibo vuole essere il punto di partenza per portare il pubblico internazionale a conoscere le tradizioni e i sapori che hanno fatto del Lazio, una delle regioni più gustose d’Italia. Grazie ancora alla  sezione Turismo e Tempo Libero di Unindustria e al presidente Stefano Fiori per averci l’occasione di partecipare a questo prestigioso gruppo di laovro dedicato all’anno italiano del cibo. Una responsabilità che ci rende orgogliosi del supporto innovativo che possiamo dare al progetto”.