Sentirsi belle dopo il tumore: Elisabetta Spoletini alla Race for the Cure

14 maggio 2018
INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

 

La Bellezza è una forma del Genio. Anzi, è più alta del Genio perché non necessita di spiegazioni. Essa è uno dei grandi fatti del mondo, come la luce solare, la primavera, il riflesso nell’acqua scura di quella conchiglia d’argento che chiamiamo luna” (Oscar Wilde).

Giunta alla diciannovesima edizione a Roma e presente da diversi anni anche in altre importanti città italiane come Bari, Bologna, e Brescia, la Race for the Cure (www.raceroma.it) è la più grande manifestazione per la lotta ai tumori nel mondo, promossa dalla Susan G. Komen Italia con lo scopo di sensibilizzare riguardo la prevenzione e creare un circuito di interazioni fra utenza e professionisti del settore medico.

Saranno ben quattro i giorni interessati dalla kermesse capitolina, tanto alta è l’affluenza di pubblico e la richiesta di partecipazione alle varie iniziative, tutte a carattere gratuito, volte alla promozione della salute: da giovedì 17 a domenica 20 maggio 2018 il Circo Massimo ospiterà vari punti informativi in cui sarà possibile effettuare consulti medici, laboratori di benessere, conferenze sul tema della salute delle donne e varie iniziative ricreative o educative. L’intera kermesse si concluderà con la consueta corsa podistica competitiva e amatoriale della domenica mattina.

Elisabetta Spoletini e lo stand di Dermo Studio

Anche Terni sarà presente a questa iniziativa così importante, grazie alla partecipazione della dottoressa Elisabetta Spoletini, titolare di Dermo Studio in Corso del Popolo 26, una delle più affermate aziende del territorio, specializzata in dermopigmentazione tricologica, micropigmentazione paramedicale e trucco semipermanente. Lo stand di Dermo Studio sarà aperto dalle ore 10.00 alle 18.30 presso la sezione Donne in rosa e fornirà informazioni e consulenza gratuita a tutti coloro che sono interessati o necessitano di servizi di questo tipo.

Attiva a Terni e nella Capitale, la dottoressa Spoletini è una professionista affermata in questo settore di intervento che promuove alcuni trattamenti capaci di offrire un miglioramento psico-fisico alle donne colpite da cancro al seno e di affrontare le conseguenze a livello estetico dovute all’intervento chirurgico. La chirurgia estetica, ormai forte di tecnologie all’avanguardia, diventa così una vera alleata di tutte quelle donne che hanno affrontato il tumore che ne portano ancora i segni sulla pelle e nell’animo.

Cosa è la dermopigmentazione ricostruttiva?

Attraverso la pratica della dermopigmentazione ricostruttiva, o micropigmentazione paramedicale, è così possibile ottenere un efficace ricostruzione di areola e capezzolo, oltre a trattare qualsiasi altra cicatrice. La micropigmentazione paramedicale, infatti, è un trattamento complementare all’intervento chirurgico che trova la sua ideale applicazione nel camouflage di cicatrici post-intervento.

Si possono pigmentare altresì macchie o cicatrici che hanno perso la loro pigmentazione naturale e migliorare gli esiti estetici di vitiligine e smagliature. Tale trattamento ha riscontrato i maggiori consensi sia presso i chirurghi sia presso le pazienti che ne hanno beneficiato per ritrovare la strada della bellezza.

Per chi vuole saperne di più, quindi, dal 17 al 20 maggio troverà a Roma, in occasione dell’evento Race for the Cure al Circo Massimo, lo stand della dottoressa Elisabetta Spoletini.

Per ulteriori informazioni: 338.6405082 – dott.spoletini@gmail.com.