arte e tè in oriente giappone museo d'arte orientale mao

Arte e tè in Oriente, un’esperienza digitale da Torino


data: 17, 23, 24, 29 aprile 2021

luogo: Evento in streaming

orario: orari vari

Un’esperienza digitale, coinvolgente e interattiva, per scoprire alcune collezioni del Museo d’Arte Orientale di Torino legate all’importanza del tè, bevanda di antichissime origini: questa è Arte e tè in Oriente.

Prevista una visita guidata al MAO in streaming, con spunti di riflessione sulle antiche rotte e percorsi del tè e sulla sua diffusione e rilevanza nelle culture prese in esame. A seguire un laboratorio condotto da Claudia Carità permetterà, passo dopo passo, di scoprire tè pregiati e imparare la corretta tecnica di infusione e degustazione. Il tutto attraverso l’utilizzo del Tea Taster Set, accessorio universale dei professionisti del tè durante la fase di valutazione aromatica.

Le aree geografico-culturali rappresentate dal museo torinese hanno un forte legame con il . Una bevanda caratterizzata da doti curative e toniche, che nelle tradizioni orientali trova le sue radici anche in antiche leggende.

L’evento è organizzato dalla società cooperativa Theatrum Sabaudiae. Ogni appuntamento dura circa 2 ore. Per informazioni su costi e modalità di partecipazione rivolgersi ai contatti sotto indicati.

Arte e tè in oriente: Giappone

Gli appuntamenti di Arte e tè in Oriente di sabato 17 aprile 2021 (ore 15.30, chiusura iscrizioni 11 aprile) e di giovedì 29 aprile (ore 17.30, chiusura iscrizioni 18 aprile) sono dedicati al Giappone. L’esperienza condurrà i partecipanti prima all’interno delle sale del MAO, per un tour guidato tra le opere della collezione d’arte giapponese. Si potranno apprezzare esempi di sculture lignee di ispirazione buddhista, armature di samurai, preziosi dipinti tradizionali e stampe policrome.

La descrizione delle tradizioni artistiche presentate sarà arricchita da cenni volti ad illustrare le caratteristiche e l’evoluzione della cerimonia del tè giapponese, raffinata forma d’arte profondamente influenzata dal buddhismo zen.

Seguirà il laboratorio interattivo sulla preparazione e degustazione del tè Kamairicha-Miyazaki che mantiene la radice storica della maestria cinese. Un percorso dall’analisi della foglia alla corretta infusione, per apprezzare questa eccellenza giapponese confrontandola con un elegante classico, il sencha detto anche tè dell’ospitalità.

Arte e tè in oriente: Cina

Gli appuntamenti di Arte e tè in Oriente di sabato 24 aprile 2021 (ore 15.30, chiusura iscrizioni 18 aprile) e di martedì 27 aprile (ore 17.30, chiusura iscrizioni 18 aprile) sono dedicati alla Cina.

La visita prevede un viaggio nella Cina antica, dal Neolitico all’epoca Tang (618-907 d.C.). Ad esso si affiancherà la descrizione di alcuni tratti essenziali della storia del tè in Cina. Dalla sua leggendaria scoperta attribuita al mitico sovrano Shennong, alla sua diffusione attraverso le vie carovaniere. E alla nascita di una letteratura specialistica dedicata alla bevanda.

A seguire Claudia Carità guiderà i partecipanti attraverso un laboratorio con degustazione di tè scuro o hēicha. Una classe di tè poco conosciuta, ma dalle tante sfumature aromatiche. E ancora oggi gelosamente legata alla cultura cinese. Il Pu’er Sheng rappresenta l’apertura per l’Occidente al genere dei tè scuri o fermentati. Un passaggio tra etnie, antiche tradizioni, raccolte consapevoli in un ritmo di produzione del tè ottenuto da alberi selvatici e antichi delle montagne del Xishuangbanna, in Yunnan.



tel: 0115211788

e-mail: prenotazioni@arteintorino.com

web: www.arteintorino.com