teatro bambini famiglia famiglie BUGS RAGAZZI

BUGS. Habitat Digitali, un bando per il teatro ragazzi


data: dal 7 aprile al 5 maggio 2021

luogo: n.d.

orario: n.d.

Una nuova opportunità dedicata agli artisti che lavorano con il pubblico dei giovanissimi, quello più penalizzato dalle restrizioni dovute alla pandemia: BUGS. Habitat Digitali è un bando di residenza per un progetto digitale di teatro ragazzi. Un’occasione per scoprire nuovi modi di giocare e imparare coniugando creatività e tecnologia.

Il filo che lega il teatro ai ragazzi in quest’ultima stagione sembra essersi spezzato. Infatti, secondo i dati Assitej Italia e Assitej International (Association of Theatre for Children and Young People), sono oltre 2 milioni i bambini e gli adolescenti che nel 2020 non hanno potuto accedere a spettacoli e laboratori che costituivano parte integrante della loro vita scolastica e extra-scolastica negli anni precedenti.

Inoltre, come ha dichiarato il report delle Nazioni Unite del 15 aprile 2020 sull’impatto del coronavirus «i bambini non sono i più colpiti da questa pandemia, ma rischiano di essere le sue più grandi vittime».

BUGS. Habitat Digitali: come partecipare

Con BUGS. Habitat Figitali il teatro ragazzi torna protagonista. Il bando, disponibile sulla piattaforma www.ilsonar.it, è realizzato da cinque residenze artistiche della Toscana: Officine della Cultura, KanterStrasse, Officine Papage, Pilar Ternera, Straligut Teatro. Queste realtà si sono unite nel progetto Artisti nei territori. Aperto ad artisti e compagnie teatrali professionisti di tutta Italia, il progetto è finalizzato alla realizzazione e al sostegno, attraverso un percorso di residenze ibride, di un’opera teatrale pensata appositamente per il digitale e rivolta ad un pubblico tra i 6 e i 14 anni.

Alla compagnia o all’artista vincitori della selezione, sarà concesso un sostegno economico complessivo di 10.000 euro. E la possibilità di realizzare una serie di residenze artistiche. Vincitrice della prima edizione la compagnia Genovese Beltramo di Torino con Il mezzo, liberamente ispirato a Il visconte dimezzato di Italo Calvino. È stato il primo spettacolo italiano di teatro ragazzi in Virtual Reality (VR). Ha debuttato ad Arezzo nell’ultima edizione del Festival dello Spettatore.

Si può inviare la richiesta entro le ore 12.00 del 5 maggio 2021. La partecipazione è gratuita. L’esito della selezione sarà comunicato entro il 26 maggio 2021.



tel: nd

e-mail: simonemartini.ks@gmail.com

web: www.ilsonar.it