civita di bagnoregio

Civita Cinema, proiezioni, incontri e spettacoli a Bagnoregio


data: dal 27 al 30 giugno 2019

luogo: Bagnoregio Vt

orario: dalle 11.00 e dalle 16.30

Terza edizione a Bagnoregio per Civita Cinema, festival cinematografico e culturale che ha per scenario i luoghi più belli e suggestivi del paese della Teverina, con uno sfondo d’eccezione: Civita di Bagnoregio.

Dal 27 al 30 giugno 2019, quattro giorni di proiezioni, incontri, spettacoli e concerti che vedranno protagonisti ospiti di primo piano quali Valeria Solarino, Giovanni Veronesi, Vittorio Sgarbi, Pupi Avati e Nicola Piovani, che concluderà l’evento con il concerto del 30 giugno.

Civita Cinema è una Strada che parte da Bagnoregio e vi ritorna, portando il cinema nella sua terra: due terzi di secolo dopo l’Oscar di Federico Fellini, Bagnoregio è più viva che mai, set di film, spot e fiction, location ideale per una manifestazione innovativa, che vuole guardare alla settima arte da ogni possibile prospettiva.

Civita Cinema è una mostra, che mette in risalto la caratteristica più importante del cinema: la sua capacità di unire arte e artigianalità; regia e recitazione, scrittura e montaggio, musica e fotografia, e via dicendo, il cinema si mostra nella sua interezza e nella sua complessità, spaziando dal lungometraggio al documentario e al cortometraggio.

Il festival non vuole fermarsi alla proiezione e al tappeto rosso, ma dare modo al pubblico di confrontarsi con il film, di vivere un’esperienza collettiva e allo stesso tempo di partecipare attivamente all’evento.

Civita Cinema è organizzato dall’associazione culturale Factotum e diretto da Vaniel Maestosi e Glauco Almonte. Hashtag ufficiale: #civitacinema.

Gli eventi sono a ingresso libero fino a esaurimento posti. In caso di maltempo, si svolgeranno presso l’Auditorium Taborra.

Programma Civita Cinema 2019

Giovedì 27 giugno
Ore 11.00 – Auditorium Taborra – Proiezione del documentario Amaranto, regia di Emanuela Moroni, Manuela Cannone. A seguire incontro con le registe.
Ore 16.30 – Auditorium Taborra – Proiezione del documentario DentroFuori, regia di Roberto Orazi. A seguire incontro con il regista.
Ore 21.30 – Piazzale Biondini – Incontro con il regista Giovanni Veronesi. A seguire proiezione del film Non è un paese per giovani (drammatico, 2017).
Ore 23.30 – Magna Civita – Proiezione del cortometraggio Sharing, regia di Emanuela Moroni, Manuela Cannone.

Venerdì 28 giugno
Ore 11.00 – Auditorium Taborra – Proiezione del documentario Sa Femina Accabadora. La dama della buona morte, regia di Fabrizio Galatea. A seguire incontro con il regista.
Ore 16.30 – Auditorium Taborra – Proiezione del documentario Basileus. La scuola dei re, regia di Alessandro Marinelli. A seguire incontro con il regista.
Ore 19.00 – Belvedere – La comunicazione cinematografica nei media: Civita Cinema incontra Moondo. Incontro con Giampaolo Sodano (direttore responsabile Moondo) e Alessandro Angelelli (direttore editoriale Moondo).
Ore 21.30 – Piazzale Biondini – Vittorio Sgarbi in Leonardo da Vinci. Spettacolo omaggio all’immenso genio toscano.
Ore 23.30 – Magna Civita – Proiezione del cortometraggio Delivery Boy, regia di Vinicius Saramago.

Sabato 29 giugno
Ore 11.00 – Auditorium Taborra – Premiazione e proiezione Miglior Documentario Civita Cinema 2019. Incontro con il regista vincitore e a seguire proiezione del suo documentario in concorso.
Ore 16.30 – Auditorium Taborra – Proiezione del film di animazione Leo da Vinci, regia di Sergio Manfio.
Ore 19.00 – Belvedere – Incontro con l’attore, doppiatore e scrittore Edoardo Stoppacciaro (Il trono di spade, Ratatouille, Lo Hobbit, Disincanto, Grey’s Anatomy).
Ore 21.30 – Piazzale Biondini – Incontro con Pupi Avati. A seguire proiezione del film Un ragazzo d’oro (drammatico, 2014).
Ore 23.30 – Magna Civita – Proiezione del cortometraggio Ucronìa falisca, regia di Alessandro Grandi.

Domenica 30 giugno
Ore 11.00 – Auditorium Taborra – Esecuzione dal vivo della Sonata op. 109 di Ludwig van Beethoven da parte del pianista Leonardo Angelini. A seguire proiezione del film Io e Beethoven (drammatico, 2006), regia di Agnieszka Holland.
Ore 18.30 – Belvedere – Incontro con Nicola Piovani.
Ore 21.30 – Piazza Cavour – La musica è pericolosa, concerto di Nicola Piovani. Al termine del concerto, Nicola Piovani riceverà da Roberto Laganà (direttore generale Italiana Assicurazioni) il Premio Civita Cinema 2019.
Ore 23.30 – Magna Civita – Viterbium. Game Series, prima puntata. Di Mattia Marcucci e Chiara Bonome.



tel: 0761828267

e-mail: info@civitacinema.it

web: www.civitacinema.it










Strutture Vicine

osteria-del-grillo Image

[11 km] Osteria del Grillo

L’ Osteria del Grillo, recentemente rinnovata nell’offerta enogastronomica e organizzativa, occupa storicamente a Orvieto una posizione di valore, grazie a un’ attività di ristorazione nata durante gli anni ’40.

ristorante-biccaba Image

[21 km] Ristorante Biccabà

Locale dal design impeccabile, essenziale e moderno, situato nel Centro Commerciale CineTuscia Village di Vitorchiano.

trattoria-la-quercia-matta Image

[21 km] Trattoria La Quercia Matta

Un’atmosfera calda e accogliente resa ancor più suggestiva dalla quercia ultracentenaria che si erge al centro del giardino.



Da vedere

muvis-museo-del-vino-delle-scienze-agroalimentari Image

[9 km] MUVIS - Museo del Vino e delle Scienze Agroalimentari

Il MUVIS – Museo del Vino e delle Scienze Agroalimentari è inserito all’interno del vasto ed articolato complesso produttivo dei Conti Vaselli, situato nel cuore del borgo di Castiglione in Teverina, ovvero nella grande cantina distribuita su 6 piani (1° piano, piano terra e 4 piani sotterranei), non più in uso, che ha richiesto un esteso intervento di recupero edilizio.

pozzo-della-cava-orvieto Image

[10 km] Pozzo della Cava

ll complesso ipogeo del Pozzo della Cava di Orvieto è stato riportato alle luce tra il 1984 e il 2003 e reso fruibile soltanto con l’impegno della famiglia che ne è proprietaria, senza alcun contributo pubblico.

teatro-mancinelli-orvieto Image

[10 km] Teatro Mancinelli

Un percorso tra arte, storia e cultura alla scoperta dei segreti di un teatro ottocentesco. Il Teatro Mancinelli di Orvieto. Le porte del teatro sono aperte a tutti quei turisti e cittadini che, apprezzandolo come sede di programmazioni teatrali, sono desiderosi di conoscerne anche il profilo storico e artistico.