Un convegno sui musei del Lazio al Palazzo dei Papi di Viterbo


data: 9 novembre 2018

luogo: Palazzo dei Papi (Piazza San Lorenzo), Viterbo

orario: 9.30-18.00

Il convegno Identità, funzione, attività e prospettive dei musei civici, diocesani e di interesse locale del Lazio si terrà il 9 novembre 2018 presso il Palazzo dei Papi di Viterbo.

L’evento è promosso dal Museo del Colle del Duomo di Viterbo, dal Museo Civico di Nepi (VT) e dal Museo Diocesano di Albano (RM) con l’obiettivo di creare un momento di incontro e di confronto fra le realtà museali del Lazio ed in particolare dai musei civici, diocesani e di interesse locale.

In passato, i corsi di aggiornamento per il personale dei musei, le frequenti riunioni nelle sedi istituzionali provinciali e regionali costituivano occasioni per lo scambio di esperienze e anche per l’avvio di progetti da sviluppare in comune. Dopo il taglio delle Province e dei fondi destinati che venivano erogati agli enti gestori dei musei tramite la L.R. 42/97, questi incontri si sono fatti sempre meno frequenti. È scaturita, quindi, l’esigenza di sviluppare delle attività che consentano ai direttori e ai responsabili delle istituzioni museali di incontrarsi e riallacciare un legame comunicativo molto importante per riflettere insieme su quanto è stato fatto e sulla direzione che si vuole intraprendere nell’ambito della gestione museale.

La scelta di Viterbo come sede è quanto mai appropriata, avendo la città ospitato una delle prime facoltà universitarie di Conservazione dei Beni Culturali in Italia e essendo essa caratterizzata dalla presenza di un ricco patrimonio storico-artistico. Il programma vede la partecipazione di numerose realtà provenienti da quattro delle province del Lazio. Le tematiche che saranno affrontate all’interno del convegno spaziano dalla riflessione sull’identità, la funzione e lo scopo dei musei nella realtà di oggi, alla presentazione delle cosiddette “buone pratiche”, sviluppate dai musei laziali nel corso degli ultimi anni.

L’evento è patrocinato dalla Diocesi di Viterbo, dalla Regione Lazio, dalla Provincia di Viterbo e dal Comune di Viterbo. Main sponsor dell’iniziativa è Archeoares – servizi per i beni culturali e l’editoria. La giornata sarà aperta dai saluti di Lino Fumagalli, vescovo di Viterbo, e di Giovanni Maria Arena, sindaco di Viterbo. E’ prevista la partecipazione al convegno di importanti rappresentanti del settore. Oltre ai direttori dei musei, ad oggi risultano confermate le presenze di Edith Gabrielli (Polo Museale del Lazio), Marina Cogotti (Polo Museale del Lazio), Alberta Campitelli (ICOM Italia), Claudio Cristallini (Area Servizi Culturali, Promozione della lettura e Osservatorio della Cultura, Regione Lazio), Don Valerio Pennasso (direttore dell’Ufficio Nazionale beni culturali ecclesiastici ed Edilizia di Culto della Segreteria Generale della Conferenza Episcopale Italiana), Vittorio Sgarbi (sindaco di Sutri).

Programma

9,30 – Registrazione dei partecipanti
10,00 – Saluti istituzionali
Lino Fumagalli (vescovo della Diocesi di Viterbo)
Giovanni Maria Arena (sindaco di Viterbo)
10,20 – Introduzione ai lavori
Edith Gabrielli (direttore Polo Museale del Lazio, Mibac)
Marina Cogotti (referente MUSST Polo Museale del Lazio, Mibac)
Alberta Campitelli (coordinatore Lazio, ICOM Italia)
Claudio Cristallini (dirigente Area Servizi Culturali, Promozione della lettura e Osservatorio della Cultura, Regione Lazio)

11,00 – Sezione 1 – Musei: esperienze e prospettive
Presiede Francesco Aliperti (Archeoares)
Don Valerio Pennasso (direttore dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali e l’edilizia di culto della CEI), Identità e funzione del Musei diocesani nella rete dei musei del territorio.
Anne Demittenaere (Museo Opera Bosco, Calcata), Opera Bosco Museo di Arte nella Natura: cronistoria di 23 anni di attività
Monica De Simone (Museo Civico di Rieti – SIMBAS), Rieti e iI SIMBAS. Esperienze e criticità nella valorizzazione di un patrimonio di “frontiera”.
Gianluca Forti (Museo del Fiore, Acquapendente), Museo del Fiore: esperienze di percorsi partecipati nella natura e per la sostenibilità nell’Alto Lazio.
12,00 – Pausa caffè
• 12,15 –Sezione 1 – Musei: esperienze e prospettive
Presiede Gianpaolo Serone (Archeoares)
Federica Colaiacomo (Museo Archeologico Comunale di Segni), Una politica culturale per la città e il suo territorio: il Museo Archeologico Comunale di Segni.
Stefano Francocci (Museo Civico di Nepi), La funzione educativa del museo: l’esperienza del Museo Civico di Nepi.
Caterina Pisu (Museo della Navigazione nelle Acque Interne, Capodimonte), La musealizzazione delle barche tradizionali italiane: valorizzazione e conservazione.
Massimiliano Valenti (Musei Civici di Albano Laziale), Dinamiche, problemi e riflessioni maturate in venti anni di direzione scientifica di differenti realtà museali locali (Artena, Monte Porzio Catone, Terracina, Albano Laziale)
Iefke van Kampen (Museo dell’Agro Veientano, Formello), Il Museo di Formello all’interno dell’Agro Veientano: think local, act global?
Vittorio Sgarbi (sindaco di Sutri), L’apertura di un nuovo museo e palazzo delle esposizioni: Palazzo Doebbing a Sutri.
13.45 – Pausa pranzo

14,45 – Sezione 2 – Buone pratiche museali
Presiede Stefano Francocci (Museo Civico di Nepi)
Maria Luisa Agneni (Museo Civico di Fara in Sabina), Il Museo Civico Archeologico di Fara in Sabina: un nuovo allestimento per la necropoli sabina di Colle del Forno
Andrea Alessi (Museo della Città – Civico e Diocesano di Acquapendente), Il Museo della Città di Acquapendente: un esempio di marketing territoriale e prospettive future
Federica Romiti (Palazzo Bonifacio VIII, Anagni), Quando il museo è una casa: esperienze di accoglienza e musealizzazione
Pietro Tamburini (Museo Territoriale del Lago di Bolsena – SIMULABO), Davide e Golia, ovvero, pratiche buonee meno buone tra micro e macrocosmo museale
16,00 – Pausa caffè
16,15 – Sezione 2 – Buone pratiche museali
Presiede Francesco Aliperti (Archeoares)
Marcello Arduini (Museo del Vino, Castiglione in Teverina), Prove di contemporaneità. La sfida del Museo del Vino e delle Scienze agroalimentari di Castiglione in Teverina
Valentina Berneschi (Museo dell’Architettura di Antonio da Sangallo il Giovane, Montefiascone), Architettura nell’architettura. Il rapporto tra il Museo e la Rocca di Montefiascone
Bruno Blanco (Museo del Colle del Duomo, Viterbo), Dal Museo al Polo monumentale. Evoluzione del complesso monumentale del Colle del Duomo
Flavio Enei (Polo Museale Civico del Castello di Santa Severa, Santa Marinella), Il nuovo polo museale del Castello di Santa Severa tra scienza educazione e ricerca
Gloria Galante (Museo Civico Archeologico Lavinium, Pomezia), Il Museo Civico Archeologico Lavinium e il Sistema Integrato di Pomezia Biblioteca-Museo
17,30 – 17,45 -Discussione



tel: 3207911328

e-mail: info@museocolledelduomo.com

web: www.archeoares.it










Strutture Vicine

due-righe-book-bar Image

[0 km] Due Righe Book Bar

Situato nello storico quartiere di San Pellegrino, cuore medievale di Viterbo,  il Due Righe Book Bar è il luogo di incontro privilegiato per studenti, musicisti e artisti.

ristorante-il-molino Image

[0 km] Ristorante Il Molino

Nel centro storico di Viterbo, ai piedi del Palazzo Papale e a pochi passi dal celebre quartiere medioevale, Il Molino ti offre una vasta gamma di antipasti di terra della cucina tradizionale: bruschette, mix di affettati e formaggi, fritti misti e un’ottima mozzarella di bufala.

blitz-caffe Image

[0 km] Blitz Caffè

Blitz Caffè è una nuova idea di bar: birreria, tavola calda e fredda, cocktail bar e wine bar; il tutto racchiuso in unico contenitore in grado di soddisfare i gusti della propria clientela, dalla colazione mattutina fino a notte inoltrata.



Da vedere

museo-del-sodalizio-facchini-santa-rosa-viterbo Image

[0 km] Museo del Sodalizio Facchini di Santa Rosa

Il Museo del Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa è stato istituito a Viterbo nel 1994. È ospitato presso la sede del Sodalizio in un edificio medievale al centro del caratteristico quartiere San Pellegrino.

viterbo-sotterranea Image

[0 km] Viterbo Sotterranea

Viterbo Sotterranea è composta da un reticolo di gallerie che si estendono sotto il centro storico e conducono fin oltre la cinta muraria. Per ora l’unico tratto percorribile si snoda per circa 250 metri disposti su due livelli sotto Piazza della Morte, rispettivamente a 3 e 10 metri di profondità.

polo-monumentale-colle-del-duomo-viterbo Image

[0 km] Polo Monumentale Colle del Duomo

Il Polo Monumentale Colle del Duomo, situato sull’omonima altura nel centro storico di Viterbo dove si sviluppò il nucleo più antico della città, comprende il Palazzo dei Papi, la Cattedrale di San Lorenzo e il Museo Colle del Duomo gestito da Archeoares.