cane cani dog film festival dogs mostra canina

Dog Film Festival, la rassegna dedicata al cane


data: fino al 30 maggio 2021

luogo: n.d.

orario: n.d.

Prima edizione del Dog Film Festival, la rassegna cine-letteraria dedicata all’universo del cane nelle sue relazioni con il mondo degli umani. Per iscriversi e inviare le proprie opere c’è tempo fino al 30 maggio 2021.

L’iniziativa, ideata da Artix, gode del patrocinio di Croce Rossa Italiana e FNOVI (Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani). Tre le categorie in concorso, Producers, Lovers e Writers, che saranno giudicate da tre differenti giurie. Inoltre, sono previste altre due sezioni fuori concorso, con opere scelte direttamente dall’organizzazione del Dog Film Festival.

Dog Film Festival: come partecipare

Producers è rivolta a registi, produttori, distributori e videomaker. Si possono iscrivere  lungometraggi per il cinema e la tv, anche di animazione o in versione seriale, cortometraggi (massimo 30 minuti) e documentari. Sono ammesse a concorrere produzioni uscite in sala, in tv o in circuito home video dal gennaio 2018 in poi, anche se già presentate o premiate in altri festival. Le opere saranno valutate dalla Giuria Cinema del DFF, presieduta da Giampaolo Sodano.

Lovers è per tutti gli appassionati ed amanti dei cani, che possono partecipare caricando i propri video di massimo 30 secondi direttamente sul sito ufficiale sotto indicato, nell’apposita sezione. Dal 5 al 25 giugno il contest sul canale YouTube dell’evento: saranno i voti della community social a decretare il vincitore dei DFF Clip Awards.

Writers, infine, è rivolta agli autori e a tutti coloro che hanno voglia di raccontare storie che hanno un cane protagonista o co-protagonista della vicenda. Possono essere brevi racconti, sceneggiature, scritti teatrali, saggi o altro. Purché non superino le quindicimila battute, spazi inclusi. Le opere saranno valutate dalla Giuria Letteraria, presieduta da Paolo Petroni. Anche in questo caso si possono iscrivere e caricare le opere direttamente sul sito.

Due saranno invece le sezioni fuori concorso, con opere scelte direttamente dall’organizzazione del festival: DFF Heritage, dedicata a premiare il valore culturale di produzioni audiovisive che hanno fatto la storia dei cani nel cinema e nella televisione; DFF Civil Servants, dedicata a premiare il valore dell’intervento dei cani nella società civile in tre ambiti specifici: Therapy, per le attività svolte a supporto di percorsi di recupero terapeutico-sanitario; Security, per le attività svolte a supporto di attività di investigazione, prevenzione e controllo; Search and Rescue, per le attività svolte a supporto di operazioni di pronto intervento e soccorso.



tel: nd

e-mail: info@dogfilmfestival.it

web: www.dogfilmfestival.it