tuscania parco torre lavello

ETuscia Green Movie Fest


data: dal 25 agosto all'1 settembre 2017

luogo: Tuscania Vt

orario: dalle 18.30

Dal 25 agosto all’1 settembre 2017 Tuscania ospita la seconda edizione di Etuscia Green Movie Fest, festival dell’audiovisivo con protagonista il territorio e che vedrà la partecipazione di autorevoli del cinema italiano, da Alfredo Baldi ad Italo Moscati, da Milena Vukotic fino a Luca Verdone.

L’evento, finanziato dalla Regione Lazio e patrocinato dal Comune di Tuscania, è un variegato contenitore culturale organizzato dall’Associazione Culturale Augusto Genina, con la direzione artistica di Patrizia Sileoni e la sinergia di diversi partner prestigiosi, nazionali ed internazionali, dal Finca (Festival Internacional de Cine Ambiental), all’ Imd (Instituto
Multimedia DerHumAlc), fino all’associazione Il Crogiuolo. Diversi i momenti di elevato spessore in programma.

Oltre al nucleo principale della rassegna, ovvero i concorsi cinematografico e fotografico incentrati sulle bellezze della Tuscia e dell’Etruria meridionale, all’interno del festival sarà infatti organizzata anche la mostra d’arte contemporanea Il Sale della Terra ospitata presso lo spazio monumentale dell’ex Chiesa di Santa Croce e nei giardini della biblioteca comunale. Ad esporre alcuni tra i più quotati artisti contemporanei, Antonio Fraddosio, Maddalena Mauri, Riccardo Monachesi, Maria Pizzi, Marco Scataglini, Maria Grazia Tata, Lucrezia Testa Iannilli e Mara Vanwees, che hanno scelto questo territorio come fonte di ispirazione creativa. E poi ancora incontri pomeridiani con gli autori ed una serie di visite guidate alla scoperta di luoghi imperdibili del territorio.

Da segnalare, infine, l’appuntamento del 27 agosto, quando, nell’ambito di Dedicata, finestra sui Grandi Maestri del ‘900, sarà proiettato Lo squadrone bianco di Augusto Genina, aiuto regista Mario Monicelli, premiato nel 1936 alla Mostra del Cinema di Venezia come miglior film italiano. Il cineasta Augusto Genina, dal 1913 al 1955, ha firmato 40 anni di cinema in bianco e nero, per un totale di oltre 100 film, di cui quattro presentati alla Mostra di Venezia. Nel 1949 con Cielo sulla palude, presentato a Venezia, ottenne il Premio internazionale per la regia, il Premio della Presidenza del Consiglio dei ministri e il Nastro d’argento alla regia.

QUI IL PROGRAMMA DETTAGLIATO



tel: 3450370883

e-mail: patrizia.sileoni@gmail.com

web: www.etusciagreenmoviefest.it










Strutture Vicine

al-77 Image

[18 km] Al 77

Orlando e Manfredi vi invitano nel nuovo locale del centro storico a Viterbo, in via San Pellegrino, nel quartiere medievale.

ristorante-il-molino Image

[18 km] Ristorante Il Molino

Nel centro storico di Viterbo, ai piedi del Palazzo Papale e a pochi passi dal celebre quartiere medioevale, Il Molino ti offre una vasta gamma di antipasti di terra della cucina tradizionale: bruschette, mix di affettati e formaggi, fritti misti e un’ottima mozzarella di bufala.

andrews-pub Image

[19 km] Andrew's Pub

L’Andrew’s pub nasce nel 1995 e si specializza in birre artigianali italiane e non, sia alla spina che in bottiglia.



Da vedere

museo-della-navigazione-nelle-acque-interne-capodimonte Image

[15 km] Museo della Navigazione nelle Acque Interne

Il Museo della Navigazione nelle Acque interne – MNAI, museo civico del Comune di Capodimonte, è il risultato di un lungo lavoro di ricerca svolto da un team di studiosi della Soprintendenza archeologica per l’Etruria meridionale e della Cooperativa Arx.

museo-del-sodalizio-facchini-santa-rosa-viterbo Image

[19 km] Museo del Sodalizio Facchini di Santa Rosa

Il Museo del Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa è stato istituito a Viterbo nel 1994. È ospitato presso la sede del Sodalizio in un edificio medievale al centro del caratteristico quartiere San Pellegrino.

basilica-san-francesco-alla-rocca Image

[19 km] Basilica di San Francesco alla Rocca

La Basilica di San Francesco alla Rocca è una delle più importanti chiese di Viterbo, all’interno del quale si trovano i sepolcri di due papi, Clemente IV e Adriano V. Proprietà del Ministero dei Beni e Attività Culturali e Turismo, dal dicembre 2014 è gestita dal Polo Museale del Lazio.