Supercinema Tuscania

“Focus Giovani”, rassegna di giovani autori della danza italiana


data: 12-13-14 ottobre 2018

luogo: Supercinema (Via Garibaldi 1), Tuscania Vt

orario: venerdì-sabato 21.00 / domenica 19.00

Il Supercinema di Tuscania ospita dal 12 al 14 ottobre 2018 Focus Giovani, rassegna di giovani autori della danza italiana a cura di – Twain Centro di Produzione Regionale e Associazione Vera Stasi Progetti per la Scena, che uniscono le forze in un’azione di sostegno alla giovane creazione coreutica.

Nei tre giorni dell’evento saranno presentati sei giovani autori (Daria Menichetti, Luigi Aruta, Simone Zambelli, Yoris Petrillo, la compagnia Zanni/Feltre e la compagnia MF, fondata da Francesco Colaleo e Maxime Freixas), con l’intenzione di dare visibilità alle “opere prime” di giovani che, pur confrontandosi da poco con la creazione, hanno cominciato ad ottenere risultati significativi nella messa a fuoco della propria poetica, nell’attenzione suscitata tra gli operatori del settore, nel riscontro con il pubblico.

Venerdì 12 ottobre, a partire dalle ore 21.00, si vedranno le due prime tappe di una trilogia sull’anima. L’autrice è Daria Menichetti, anche interprete del primo brano, Animula, ispirato alla condizione fragile di un’anima che si appresta a scendere in luoghi sconosciuti. Nel secondo brano, Meru, interpretato da Francesco Manenti, l’ispirazione è l’ascesa verso la vetta di una montagna sacra.

Sabato 13 ottobre, alle ore 21.00, Paolo e Francesca, ispirato alla storia dei due amanti adulteri e condannati ad un’eterna bufera nell’inferno dantesco, duo creato da Luigi Aruta che ne è anche interprete insieme a Giada Ruoppo. Alle 21.30 il solo Non ricordo, creato da Simone Zambelli, interprete sensibile alle prese con ciò che ci appartiene ma non è più qui.

Domenica 14 ottobre sono tre i brani in programma, a partire dalle ore 19.00: Isole sensibili di e con Maria Vittoria Feltre e Luca Zanni, esploratori di una ineluttabile condizione di solitudine e di un possibile dialogo tra “isole” libere ma diverse; Nothing to declare di Yoris Petrillo con Caroline Loiseau, un’inno all’improvvisazione, ad esser sempre pronti a partire in ogni direzione, ma mai davvero preparati; Chenapan, di e con Francesco Colaleo e Maxime Freixas, una gara all’ultimo salto tra due monelli che si sfidano a colpi d’ingegno, un inventario sui possibili modi di esistere al mondo in relazione all’altro.

La presentazione dei lavori è affiancata dalla proposta di un incontro tra artisti e programmatori regionali, al fine di creare nuove e diverse opportunità per i giovani autori: incoraggiare la diffusione delle opere selezionate e invogliare gli operatori a seguire l’evoluzione della ricerca di ciascun artista, contribuendo a determinarne la crescita futura.

L’ingresso è a pagamento. Il biglietto intero costa 5 euro. Sono previste riduzioni e facilitazioni per chi intende seguire l’intero programma.

Il Centro di Produzione Regionale Twain è sostenuto dalla Regione Lazio e dai Comuni di Tolfa, Ladispoli e Tuscania. L’Associazione Vera Stasi è sostenuta dal MIBACT ed è partner del Network Nazionale di Promozione della Giovane Danza d’Autore Anticorpi XL.

Programma

Venerdì 12 ottobre – ore 21.00
Animula
di e con Daria Menichetti
Piccola anima smarrita e soave,
compagna e ospite del corpo,
ora t’appresti a scendere in luoghi
incolori, ardui e spogli,
 ove non avrai più gli svaghi consueti…” Imperatore P. AE. Adriano

Meru
di Daria Menichetti
, con Francesco Manenti
In Meru, la montagna sacra del pensiero hinduista, buddhista e jainista, la vetta da scalare è vista come percorso di ascesi, “dal regno della materia alla cima dello spirito”. L’uomo, in continua metamorfosi, attraverso i suoi movimenti entra in risonanza con la montagna, con il suo stare monolitico e con il fluire nascosto di acque, animali e vegetazione, ma anche con la sua anima più selvatica e misteriosa.

Sabato 13 ottobre – ore 21.00
Paolo e Francesca
Coreografia: Luigi Aruta
Danzatori: Luigi Aruta, Giada Ruoppo
Un uomo, una donna, una coppia. Due amanti, due adulteri, due umani condannati in eterno, battuti da una bufera infernale. In una dimensione in funzione di due, Paolo e Francesca raccontano del loro intimo incontro, di un’attrazione esitante, del desiderio di cercarsi, del peso di sfuggirsi, della scelta di amare.

Non ricordo
di e con Simone Zambelli
Dal latino: re- indietro cor- cuore. Richiamare in cuore, riportare al cuore, vera sede della conoscenza profonda per gli antichi. “E mi chiesi se un ricordo sia qualcosa che hai o qualcosa che hai perduto” (Woody Allen)

Domenica 14 ottobre – ore 19.00
Isole sensibili
Creazione e interpretazione Maria Vittoria Feltre, Luca Zanni
Isole, sostanze individuali senza porte né finestre. Ma anche isole “sensibili” alla ricerca di un incontro che possa diventare unione, accogliendo senza oscurare.

Nothing to declare
Ideazione e coreografia Yoris Petrillo con Caroline Loiseau
Niente da dichiarare”. Frase simbolo di una generazione, quella degli anni 2000, che vive nella costante rincorsa di ciò che è smart, low cost, last minute; quasi un inno all’improvvisazione, ad esser sempre pronti, ma mai preparati.

Chenapan
concept Francesco Colaleo
regia coreografia e interpretazione Francesco Colaleo e Maxime Freixas
Una gara all’ultimo salto tra due monelli che si sfidano a colpi d’ingegno. L’obiettivo primario è di sensibilizzare su una dimensione di contatto e di gioco che si sta perdendo a causa del continuo condividere virtualmente e non fisicamente.



tel: 3484798951

e-mail: barbarini.verastasi@gmail.com

web: www.progettiperlascena.org










Strutture Vicine

ristorante-il-molino Image

[18 km] Ristorante Il Molino

Nel centro storico di Viterbo, ai piedi del Palazzo Papale e a pochi passi dal celebre quartiere medioevale, Il Molino ti offre una vasta gamma di antipasti di terra della cucina tradizionale: bruschette, mix di affettati e formaggi, fritti misti e un’ottima mozzarella di bufala.

al-77 Image

[18 km] Al 77

Orlando e Manfredi vi invitano nel nuovo locale del centro storico a Viterbo, in via San Pellegrino, nel quartiere medievale.

due-righe-book-bar Image

[19 km] Due Righe Book Bar

Situato nello storico quartiere di San Pellegrino, cuore medievale di Viterbo,  il Due Righe Book Bar è il luogo di incontro privilegiato per studenti, musicisti e artisti.



Da vedere

museo-della-navigazione-nelle-acque-interne-capodimonte Image

[15 km] Museo della Navigazione nelle Acque Interne

Il Museo della Navigazione nelle Acque interne – MNAI, museo civico del Comune di Capodimonte, è il risultato di un lungo lavoro di ricerca svolto da un team di studiosi della Soprintendenza archeologica per l’Etruria meridionale e della Cooperativa Arx.

museo-del-sodalizio-facchini-santa-rosa-viterbo Image

[19 km] Museo del Sodalizio Facchini di Santa Rosa

Il Museo del Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa è stato istituito a Viterbo nel 1994. È ospitato presso la sede del Sodalizio in un edificio medievale al centro del caratteristico quartiere San Pellegrino.

basilica-san-francesco-alla-rocca Image

[19 km] Basilica di San Francesco alla Rocca

La Basilica di San Francesco alla Rocca è una delle più importanti chiese di Viterbo, all’interno del quale si trovano i sepolcri di due papi, Clemente IV e Adriano V. Proprietà del Ministero dei Beni e Attività Culturali e Turismo, dal dicembre 2014 è gestita dal Polo Museale del Lazio.