poi ve lo dico

“i-Ansia”, i Poi Ve Lo Dico al Teatro Petrolini di Ronciglione


data: 7 dicembre 2019

luogo: Teatro Ettore Petrolini (Via Sutri 1), Ronciglione Vt

orario: 21.00

Sabato 7 dicembre 2019 al Teatro Ettore Petrolini di Ronciglione, nell’ambito della stagione 2019-20, in scena i Poi Ve Lo Dico in i-Ansia, per la regia di Alessio Tagliento.

Tutti hanno sognato una volta nella vita di dialogare con la propria ansia, per porle domande tipo: “Perché?”, “Perché a me?” o “Perché proprio adesso?”. Ma quando sei l’ultimo uomo sulla terra senza ansia, anche il dialogo con l’ansia stessa diventa più particolare, più profondo. Ed è quello che succede al protagonista di questa storia, Manuel, un ragazzo normale, che vive una vita apparentemente tranquilla, finché non si risveglia legato all’interno di una stanza sconosciuta, in un limbo tra realtà e fantasia. Il suo aguzzino è proprio l’Ansia, in persona.

Sembra assurdo essere prigionieri dell’ansia pur non essendo ansiosi, ma da questo incontro-scontro nasceranno situazioni esilaranti e gag divertenti, dove lo stesso carceriere si rivelerà un millantatore, che tenterà di vendere a tutti i costi l’ultima app di sua creazione: iAnsia. In un mondo dove avere l’ansia è di moda perché ti permette di pubblicare foto e frasi sui social che esprimano il tuo malessere, anche l’Ansia stessa ha deciso di mettersi in affari, offrendo pacchetti personalizzati alla gente.

In un gioco tra reale e virtuale, i Poi ve lo dico tornano in scena con un nuovo spettacolo irriverente e dissacrante, pieno di sketch, personaggi e colpi di scena, che li vedrà toccare argomenti di vita quotidiana come amore, lavoro, amicizia, tutti collegati dallo stesso filo conduttore: l’ansia.

Direttamente dalla scuola di Enrico Brignano, Marco D’Angelo e Manuel Plini alias i Poi Ve Lo Dico sono due giovani artisti che, spinti dalle loro comuni passioni, hanno deciso di unire le forze per creare spettacoli comici da proporre al loro pubblico. Il tutto va a fondarsi su un’esperienza di diversi anni nel campo dell’animazione sia turistica che di eventi.

Biglietto intero 15 € – ridotto 11 €. Servizio bus navetta gratuito da Piazza Principe di Napoli e Piazza Vittorio Emanuele.



tel: 3669731522

e-mail: istituzioneteatro@libero.it

web: www.facebook.com/istituzioneteatroronciglione










Strutture Vicine

ristorante-biccaba Image

[18 km] Ristorante Biccabà

Locale dal design impeccabile, essenziale e moderno, situato nel Centro Commerciale CineTuscia Village di Vitorchiano.

ristorante-il-molino Image

[18 km] Ristorante Il Molino

Nel centro storico di Viterbo, ai piedi del Palazzo Papale e a pochi passi dal celebre quartiere medioevale, Il Molino ti offre una vasta gamma di antipasti di terra della cucina tradizionale: bruschette, mix di affettati e formaggi, fritti misti e un’ottima mozzarella di bufala.

al-77 Image

[18 km] Al 77

Orlando e Manfredi vi invitano nel nuovo locale del centro storico a Viterbo, in via San Pellegrino, nel quartiere medievale.



Da vedere

museo-di-palazzo-doebbing-sutri Image

[5 km] Museo di Palazzo Doebbing

Il Vescovado di Sutri attesta le antiche radici cristiane della città sin dai primi secoli del Medioevo. Il palazzo vescovile risulta così essere il fulcro non soltanto religioso ma anche culturale ed artistico dell’intera città.

palazzo-giustiniani-bassano-romano Image

[8 km] Palazzo Giustiniani

Il Palazzo Giustiniani (o Villa Giustiniani Odescalchi), si trova a Bassano Romano, in provincia di Viterbo. Acquistato nel 2003 dallo Stato Italiano e proprietà del MIBACT, dal dicembre 2014 è gestito dal Polo museale del Lazio.

museo-archeologico-dell-agro-falisco-civita-castellana Image

[15 km] Museo Archeologico dell'Agro Falisco

Il Museo Archeologico dell’Agro Falisco ha sede nello splendido Forte Sangallo di Civita Castellana, costruito alla fine del XV secolo da Antonio da Sangallo il Vecchio, sullo sperone occidentale del pianoro civitonico, per volontà di papa Alessandro VI Borgia. A pianta pentagonale, con cinque bastioni, di cui tre muniti di cannoniere, è circondato da un fossato artificiale, tranne che sul lato nord.