“Il Suono dei Giorni”, musica e cultura popolare a Gallese


data: 10 e 11 novembre 2018

luogo: Museo e Centro Culturale Marco Scacchi (Via Lorenzo Filippini), Gallese Vt

orario: 16.30

Famiglia Maraviglia e Mimmo Epifani & Barbers, ma anche il cinema documentario, sono i protagonisti della ventesima edizione de Il Suono dei Giorni, festival di musica e cultura popolare in programma a Gallese (VT) sabato 10 e domenica 11 novembre 2018, con direzione artistica di Erasmo Treglia.

I due momenti musicali sono inseriti in una serie di appuntamenti che si terranno presso il Museo e Centro Culturale Marco Scacchi in Via Lorenzo Filippini. L’ingresso è libero.

Nato negli anni ’90 e organizzato dal Comune di Gallese, il festival ha la finalità di favorire lo studio, la conoscenza e la valorizzazione di quel patrimonio intangibile di canti, musiche e ritmi che animavano le festività della società contadina e scandivano i tempi del lavoro nei campi. L’evento, e in particolare la parte cinematografica, è dedicato al professor Diego Carpitella, illustre etnomusicologo italiano autore di un prezioso lavoro di ricerca e raccolta dei canti popolari, svolto negli anni ’50, nonché appassionato di documentari.

L’edizione 2018 inizia sabato 10 novembre alle ore 16.30 con la presentazione del festival e l’apertura della mostra fotografica Antichi mestieri. Gallese, l’acqua, i mulini a cura di Giorgio Felini e Alfredo Giacomini. Alle 17.30 sarà proiettato il documentario Lascia stare i santi di Gianfranco Pannone e Ambrogio Sparagna. Segue alle 18.30 il concerto Gli strumenti musicali dimenticati con i Famiglia Maraviglia, gruppo folk palindromo composto da Giordano Treglia, Erasmo Treglia, Clara Graziano e Arianna Colantoni, che si caratterizza per le melodie fascinose, le storie camminanti e gli strumenti musicali curiosi e sconosciuti. A conclusione, alle ore 20 degustazione culinaria a cura del Centro Sociale Anziani Gallese Scalo.

La giornata di domenica 11 inizia alle ore 16.30 con la proiezione di Voci del popolo contadino, voci di tamburo con la pietra nera di Salvatore Raiola, seguita alle 18.30 dal concerto di Mimmo Epifani & Barbers, dal titolo Putiferio, una nuova e appassionata proposta di musica meridionale, fra tarante e musica detta “di barberia” nello stile dell’inimitabile autore e mandolinista Mimmo Epifani. Alle 20 degustazione culinaria sempre a cura del Centro Sociale Anziani Gallese Scalo.

Il Suono dei Giorni ha ottenuto il logo del 2018 Anno del Patrimonio Culturale e di Re.Fo.La., la rete delle tradizioni popolari del Lazio.

Foto in alto: Mimmo Epifani

 

Famiglia Maraviglia



tel:

e-mail: museo@comune.gallese.vt.it

web: www.comune.gallese.vt.it










Strutture Vicine

trattoria-la-quercia-matta Image

[19 km] Trattoria La Quercia Matta

Un’atmosfera calda e accogliente resa ancor più suggestiva dalla quercia ultracentenaria che si erge al centro del giardino.

ristorante-biccaba Image

[21 km] Ristorante Biccabà

Locale dal design impeccabile, essenziale e moderno, situato nel Centro Commerciale CineTuscia Village di Vitorchiano.

due-righe-book-bar Image

[25 km] Due Righe Book Bar

Situato nello storico quartiere di San Pellegrino, cuore medievale di Viterbo,  il Due Righe Book Bar è il luogo di incontro privilegiato per studenti, musicisti e artisti.



Da vedere

museo-archeologico-dell-agro-falisco-civita-castellana Image

[9 km] Museo Archeologico dell'Agro Falisco

Il Museo Archeologico dell’Agro Falisco ha sede nello splendido Forte Sangallo di Civita Castellana, costruito alla fine del XV secolo da Antonio da Sangallo il Vecchio, sullo sperone occidentale del pianoro civitonico, per volontà di papa Alessandro VI Borgia. A pianta pentagonale, con cinque bastioni, di cui tre muniti di cannoniere, è circondato da un fossato artificiale, tranne che sul lato nord.

orte-sotterranea Image

[10 km] Orte Sotterranea

Orte Sotterranea è un percorso nei secoli dall’epoca etrusca ai giorni nostri, tra cunicoli di acquedotto, cisterne, colombaie, cantine e pozzi di neve. La gestione di apertura e visite è a cura dell’associazione Veramente Orte.

museo-di-palazzo-doebbing-sutri Image

[21 km] Museo di Palazzo Doebbing

Il Vescovado di Sutri attesta le antiche radici cristiane della città sin dai primi secoli del Medioevo. Il palazzo vescovile risulta così essere il fulcro non soltanto religioso ma anche culturale ed artistico dell’intera città.