Immagini dal Sud del Mondo, la 24^ edizione è “Generi Alimentari. Film e workshop nutrienti”


data: dall'11 ottobre 2018

luogo: Cinema Trento (Piazza del Santuario 51), Viterbo

orario: 21.00 (domenica 17.00)

Con la ventiquattresima edizione della rassegna cinematografica Immagini dal Sud del Mondo, dal titolo Generi Alimentari. Film e workshop nutrienti, si affronterà il tema del cibo: nutrimento per il corpo e per la mente, fonte di energia vitale, ma anche elemento ricco di simboli e significati.

Per AUCS onlus, storica associazione nata nell’allora facoltà di Agraria dell’Università della Tuscia di Viterbo, parlare di cibo e sud del mondo rappresenta la sintesi del lavoro che l’associazione svolge da anni. Location della nuova edizione – ottobre/dicembre 2018 – è il Cinema Trento di Viterbo, in frazione La Quercia.

Il cibo è il simbolo delle identità culturali: ogni popolo ha una propria cultura del cibo, una propria tradizione di produzione, di trasformazione, di conservazione e di modalità di consumo e distribuzione. Un cibo che per un popolo rappresenta un vero e proprio tabù per un altro è alla base della propria alimentazione; altri, ad esempio, non sono permessi da precetti religiosi; altri ancora dalle nuove normative igieniche. Attraverso la rassegna si vuole indagare e scoprire il sistema alimentare, cercando di approfondirne tutti gli aspetti, inclusi quelli legati alle politiche alimentari nazionali e internazionali, agli squilibri legati all’accesso al cibo e al diritto ad un alimentazione sana e di qualità. Molti conflitti e fenomeni migratori sono infatti connessi ad una situazione di insicurezza alimentare presente e diffusa, soprattutto nei paesi del sud del mondo.

Immagini dal Sud del Mondo cercherà di analizzare i motivi alla base delle disuguaglianze alimentari, guardando ai differenti sistemi di produzione e distribuzione del cibo diffusi: quello industriale e quello tradizionale, due sistemi che coinvolgono in maniera differente i veri protagonisti della produzione del cibo ovvero gli agricoltori, i pescatori e gli allevatori. Si affronteranno anche le tematiche legate al lavoro nel sistema alimentare, non quello autonomo, ma quello dei braccianti agricoli, oggi legato ,in particolare, al fenomeno del caporalato .

Immagini dal Sud del Mondo, attraverso la selezione di documentari, lungo e cortometraggi, vuole portare lo spettatore a riflettere, interrogarsi e confrontarsi sulle contraddizioni dei sistemi alimentari che generano una forte disuguaglianza sociale ed economica.

La rassegna mantiene salda una delle sue principali caratteristiche: quella di prediligere audiovisivi che mettano al centro la diversità culturale e sociale, selezionando film, documentari lungometraggi e cortometraggi che siano testimoni dei nuovi linguaggi espressivi e delle nuove tendenze audiovisive, prediligendo la scelta tra gli autori del sud. Questo per un fine specifico: il cinema gioca un ruolo chiave per capire i cambiamenti del mondo, all’interno del quale, per via della globalizzazione, della massificazione di internet e dell’intensificazione delle vie di comunicazione, apparentemente, viene meno l’idea di barriera; tuttavia sono questi stessi strumenti a porre una realtà spesso filtrata o in ogni caso molto complessa da comprendere così come ci viene posta. Si tratta di un’apparente libertà d’informazione, che tuttavia apre una crepa al disimpegno e al qualunquismo. Da questa complessità deriva la nostra necessità di comprensione e quindi l’urgenza di usare lo “strumento” cinema, che guarda la realtà in maniera attenta ed analitica, per sviluppare una coscienza critica nello spettatore e in noi stessi.  Il cinema non solo rappresenta un tipo d’informazione che permette allo spettatore di osservare la realtà attraverso uno sguardo critico e profondo, ma anche e soprattutto quella di vivere questa realtà attraverso l’empatia.

Programma

Giovedì 11 ottobre – ore 21.00
Cinema Trento (Piazza del Santuario, loc. La Quercia), Viterbo
Il dubbio. Un caso di coscienza
di Valid Jalivand (Iran, 2017)
Premio Orizzonti Venezia 2017 miglior sceneggiatura

Giovedì 18 ottobre – ore 21.00
Cinema Trento (Piazza del Santuario, loc. La Quercia), Viterbo
L’altro volto della speranza
di Aki Kaurismaki (Finlandia, 2017)
Premio Miglior Regia Berlino 2017

Domenica 21 ottobre – ore 17.00
Cinema Trento (Piazza del Santuario, loc. La Quercia), Viterbo
Sulla mia pelle
di Alessio Cremonini (Italia, 2018)

Giovedì 25 ottobre – ore 21.00
Cinema Trento (Piazza del Santuario, loc. La Quercia), Viterbo
L’insulto
di Ziad Doueiri (Libano, 2017)

Mercoledì 31 ottobre – ore 21.00
Cinema Trento (Piazza del Santuario, loc. La Quercia), Viterbo
Le ricette della signora Toku
di Naomi Kawase (Giappone, Francia, Germania, 2015)



tel:

e-mail: info@aucs.it

web: www.ismcinema.it










Strutture Vicine

andrews-pub Image

[2 km] Andrew's Pub

L’Andrew’s pub nasce nel 1995 e si specializza in birre artigianali italiane e non, sia alla spina che in bottiglia.

blitz-caffe Image

[2 km] Blitz Caffè

Blitz Caffè è una nuova idea di bar: birreria, tavola calda e fredda, cocktail bar e wine bar; il tutto racchiuso in unico contenitore in grado di soddisfare i gusti della propria clientela, dalla colazione mattutina fino a notte inoltrata.

totos-pub Image

[2 km] Toto's Pub

Il Toto’s Pub nasce nel 1989 con l’obiettivo di soddisfare le esigenze di tutti coloro che, dopo una giornata di lavoro, desiderano uscire per trovarsi in un ambiente accogliente e familiarizzante, bere e mangiare bene, incontrare volti nuovi.



Da vedere

basilica-san-francesco-alla-rocca Image

[2 km] Basilica di San Francesco alla Rocca

La Basilica di San Francesco alla Rocca è una delle più importanti chiese di Viterbo, all’interno del quale si trovano i sepolcri di due papi, Clemente IV e Adriano V. Proprietà del Ministero dei Beni e Attività Culturali e Turismo, dal dicembre 2014 è gestita dal Polo Museale del Lazio.

museo-del-sodalizio-facchini-santa-rosa-viterbo Image

[3 km] Museo del Sodalizio Facchini di Santa Rosa

Il Museo del Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa è stato istituito a Viterbo nel 1994. È ospitato presso la sede del Sodalizio in un edificio medievale al centro del caratteristico quartiere San Pellegrino.

viterbo-sotterranea Image

[3 km] Viterbo Sotterranea

Viterbo Sotterranea è composta da un reticolo di gallerie che si estendono sotto il centro storico e conducono fin oltre la cinta muraria. Per ora l’unico tratto percorribile si snoda per circa 250 metri disposti su due livelli sotto Piazza della Morte, rispettivamente a 3 e 10 metri di profondità.