passione cristo carbognano

La Passione di Cristo nel centro storico di Carbognano


data: 18 aprile 2019

luogo: Centro storico, Carbognano Vt

orario: 21.30

Ggiovedì 18 aprile 2019 a Carbognano sesta edizione della suggestiva rappresentazione della Passione di Cristo. L’evento è dedicato alla memoria del defunto presidente Alessandro Felicioni, ed è organizzato dall’associazione culturale Passione di Cristo, che ha raccolto il testimone delle passate edizioni curate dal Sodalizio dei Cavalieri di San Filippo, in collaborazione con la III Legio Gallica ed il patrocinio del Comune di Carbognano e la Parrocchia di San Pietro Apostolo.

Nella serata di Giovedì Santo, a partire dalle 21.30, nell’immenso palcoscenico del centro storico sotto le stelle, dalla sontuosa chiesa di San Pietro Apostolo al caratteristico Castello Farnese, saranno portati in scena i momenti più drammatici dell’ultimo giorno di vita di Gesù. Grazie ad una coreografia studiata senza alcuna separazione dalle scene, sarà possibile fruire di una straordinaria interazione, in grado di creare una partecipazione unica e toccante.

Tra migliaia di lumini, animali, luci, ricostruzioni sceniche, oltre duecento figuranti, con ambientazioni ed effetti speciali, riporteranno i visitatori indietro nel tempo, dando vita ad uno spettacolo in grado di emozionare tutti i presenti e di coinvolgerli come se fossero realmente immersi nello svolgimento degli eventi che videro il martirio di Gesù.

Quest’anno il percorso prevede una nuova scena, quella di Gesù nell’Orto degli Ulivi (Getsemani), dove si ritirò dopo l’Ultima Cena per pregare prima di essere tradito dal discepolo Giuda. Un momento, dunque, importante e significativo che segna l’inizio delle ultime dodici ore di vita di Cristo prima di giungere alla Crocifissione e di conseguenza alla Resurrezione.

Da sottolineare la cura nei dettagli che fa la differenza, resa possibile da una minuziosa documentazione filologica, fedele nella ricostruzione e nelle varie caratteristiche storiche. L’iniziativa nasce dal profondo attaccamento alla fede e alle tradizioni cristiane che da sempre caratterizza la comunità di Carbognano, particolarmente legata alle tradizioni e al culto della Settimana Santa, di cui la Rievocazione della Passione rappresenta la massima espressione.
Per informazioni è possibile contattare il  o lo 0761-4089302.



tel: 3493517041

e-mail: passionedicristocarbognano@gmail.com

web: www.passionedicristocarbognano.it










Strutture Vicine

ristorante-biccaba Image

[14 km] Ristorante Biccabà

Locale dal design impeccabile, essenziale e moderno, situato nel Centro Commerciale CineTuscia Village di Vitorchiano.

trattoria-la-quercia-matta Image

[15 km] Trattoria La Quercia Matta

Un’atmosfera calda e accogliente resa ancor più suggestiva dalla quercia ultracentenaria che si erge al centro del giardino.

due-righe-book-bar Image

[16 km] Due Righe Book Bar

Situato nello storico quartiere di San Pellegrino, cuore medievale di Viterbo,  il Due Righe Book Bar è il luogo di incontro privilegiato per studenti, musicisti e artisti.



Da vedere

museo-di-palazzo-doebbing-sutri Image

[11 km] Museo di Palazzo Doebbing

Il Vescovado di Sutri attesta le antiche radici cristiane della città sin dai primi secoli del Medioevo. Il palazzo vescovile risulta così essere il fulcro non soltanto religioso ma anche culturale ed artistico dell’intera città.

museo-archeologico-dell-agro-falisco-civita-castellana Image

[13 km] Museo Archeologico dell'Agro Falisco

Il Museo Archeologico dell’Agro Falisco ha sede nello splendido Forte Sangallo di Civita Castellana, costruito alla fine del XV secolo da Antonio da Sangallo il Vecchio, sullo sperone occidentale del pianoro civitonico, per volontà di papa Alessandro VI Borgia. A pianta pentagonale, con cinque bastioni, di cui tre muniti di cannoniere, è circondato da un fossato artificiale, tranne che sul lato nord.

palazzo-giustiniani-bassano-romano Image

[14 km] Palazzo Giustiniani

Il Palazzo Giustiniani (o Villa Giustiniani Odescalchi), si trova a Bassano Romano, in provincia di Viterbo. Acquistato nel 2003 dallo Stato Italiano e proprietà del MIBACT, dal dicembre 2014 è gestito dal Polo museale del Lazio.