marco presta

Marco Presta presenta “Fate come se non ci fossi” a Viterbo


data: 29 febbraio 2020

luogo: Libreria Etruria (Via Matteotti 67), Viterbo

orario: 18.00

Marco Presta, noto conduttore radiofonico e televisivo e attore, ospite alla Libreria Etruria di Viterbo sabato 29 febbraio 2020 alle ore 18 per presentare il suo ultimo libro Fate come se non ci fossi (Einaudi).

Conversano con l’autore, Pierluigi Vito e Raffaella Sarracino. L’incontro, nell’ambito della rassegna Libreria Etruria incontra gli autori, è organizzato in collaborazione con Parole a km 0.

Il mondo, visto da Marco Presta, somiglia sorprendentemente al nostro – ma fa molto più ridere. Tuo figlio ti estorce per la prima volta le chiavi della macchina, il tuo barbiere ti espone la sua visione teologica, tua moglie chiede a te – maschio inetto – di sistemare la caldaia rotta: tutto può offrire lo spunto per considerazioni piú vaste. Perché si sa, profondità e leggerezza viaggiano a braccetto come una coppia irresistibile. «Alla fin fine, ho l’impressione nebulosa che esistano giusto un paio di cose importanti nella vita e che le altre servano a imballarle e a non farle rompere».

L’autore Marco Presta

Nato a Roma nel 1961, Marco Presta è attore, scrittore, conduttore radiofonico e televisivo. Diplomato all’Accademia d’Arte Drammatica Silvio D’Amico, ha lavorato in teatro con Luca Ronconi, Aldo Trionfo e Andrea Camilleri, per poi approdare alla radio. Insieme ad Antonello Dose dal 1995 scrive e conduce la trasmissione Il ruggito del coniglio, insignita di numerosi riconoscimenti nazionali (tra gli altri il Premio Flaiano e il Premio Satira Politica a Forte dei Marmi). In televisione ha lavorato come sceneggiatore.

Come autore e presentatore ha realizzato, insieme ad Antonello Dose, Dove osano le quaglie, una trasmissione televisiva andata in onda per 3 edizioni su Rai 3 il sabato sera. Come autore ed attore teatrale, in questi ultimi anni, è protagonista di diversi spettacoli. È inoltre autore della raccolta di racconti Il paradosso terrestre (Aliberti Editore 2009, Einaudi 2012) e dei romanzi Un calcio in bocca fa miracoli (2011), Il piantagrane (2012), L’allegria degli angoli (2014) e Accendimi (2017), tutti pubblicati da Einaudi. Da alcuni dei suoi libri sono stati tratti degli audiolibri, pubblicati da Emons. Ha lavorato anche come sceneggiatore al film Opopomoz di Enzo D’Alò.



tel: 0761326965

e-mail: etrurialibreria@yahoo.com

web:










Strutture Vicine

blitz-caffe Image

[0 km] Blitz Caffè

Blitz Caffè è una nuova idea di bar: birreria, tavola calda e fredda, cocktail bar e wine bar; il tutto racchiuso in unico contenitore in grado di soddisfare i gusti della propria clientela, dalla colazione mattutina fino a notte inoltrata.

andrews-pub Image

[0 km] Andrew's Pub

L’Andrew’s pub nasce nel 1995 e si specializza in birre artigianali italiane e non, sia alla spina che in bottiglia.

totos-pub Image

[0 km] Toto's Pub

Il Toto’s Pub nasce nel 1989 con l’obiettivo di soddisfare le esigenze di tutti coloro che, dopo una giornata di lavoro, desiderano uscire per trovarsi in un ambiente accogliente e familiarizzante, bere e mangiare bene, incontrare volti nuovi.



Da vedere

basilica-san-francesco-alla-rocca Image

[0 km] Basilica di San Francesco alla Rocca

La Basilica di San Francesco alla Rocca è una delle più importanti chiese di Viterbo, all’interno del quale si trovano i sepolcri di due papi, Clemente IV e Adriano V. Proprietà del Ministero dei Beni e Attività Culturali e Turismo, dal dicembre 2014 è gestita dal Polo Museale del Lazio.

museo-del-sodalizio-facchini-santa-rosa-viterbo Image

[1 km] Museo del Sodalizio Facchini di Santa Rosa

Il Museo del Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa è stato istituito a Viterbo nel 1994. È ospitato presso la sede del Sodalizio in un edificio medievale al centro del caratteristico quartiere San Pellegrino.

viterbo-sotterranea Image

[1 km] Viterbo Sotterranea

Viterbo Sotterranea è composta da un reticolo di gallerie che si estendono sotto il centro storico e conducono fin oltre la cinta muraria. Per ora l’unico tratto percorribile si snoda per circa 250 metri disposti su due livelli sotto Piazza della Morte, rispettivamente a 3 e 10 metri di profondità.