granfondo mountain bike

Mountain bike, a Montefiascone la Granfondo dell’Est! Est!! Est!!!


data: 28 luglio 2019

luogo: Partenza dagli impianti sportivi (Via Giuseppe Contadini), Montefiascone Vt

orario: 9.30

Domenica 28 luglio 2019 a Montefiascone è in programma la quindicesima Granfondo dell’Est! Est!! Est!!!, manifestazione sportiva di mountain bike caratterizzata da un forte legame, sin dal nome della gara, con la storia locale.

La Granfondo dell’Est! Est!! Est!!!, organizzata da Ulderico Catteruccia, rientra in due importanti challenge: il circuito Maremma Tosco-Laziale e il Centro-Sud Italia/Sentieri del Sole e dei Sapori. La gara si è svolta per la prima volta il 3 agosto 1997, originariamente organizzata dalla società MTB Speedy Bike – Cicli Caprio trainata da Mario Fetoni, e poi passata in mano, nell’anno 2009, all’ASD Granfondo Est! Est!! Est!!!, sotto l’egida del compianto presidente Sandro Vignanelli, cui è stata poi dedicata, fino a giungere nelle mani, per le ultime sei edizioni, del gruppo MTB Montefiascone Race Team.

Per festeggiare degnamente l’evento sono state apportate alcune modifiche per rendere la Granfondo “nuova” anche per chi è abituato a onorare l’appuntamento viterbese: il nuovo percorso misura 45 km per un dislivello di 1.200 metri, con tante varianti per renderlo più tecnicamente divertente ma anche per farne apprezzare il paesaggio circostante, dal Lago di Bolsena alle pendici del Colle Falisco, toccando per larghi tratti i sentieri della Via Francigena.

Oltre al percorso agonistico è previsto un tracciato cicloturistico di 30 km per 650 metri che per la prima volta ospiterà anche le e-bike, purché in regola con le norme vigenti in materia che consentono la sua libera circolazione stradale e un percorso di 18 km per 500 metri aperto a tutti. La domenica precedente la gara è in programma una prova generale del percorso, con partecipazione libera.

Le iscrizioni sono aperte fino al 25 luglio. Il via verrà dato alle ore 9.30 dagli impianti sportivi in Via Contadini, con andatura controllata sino a località Coste. L’occasione della Granfondo dell’Est! Est!! Est!!! sarà ideale anche per visitare il centro di Montefiascone, con luoghi di grande richiamo come la Cattedrale di Santa Margherita e la Chiesa di San Flaviano che custodisce le spoglie di Johannes Defuk, il prelato tedesco della famosa leggenda che ha dato il nome al vino locale.
Per informazioni: Scuola Mtb Montefiascone Asd, tel. ,



tel: 3288281893

e-mail:

web: www.montefiasconegranfondo.it










Strutture Vicine

andrews-pub Image

[13 km] Andrew's Pub

L’Andrew’s pub nasce nel 1995 e si specializza in birre artigianali italiane e non, sia alla spina che in bottiglia.

al-77 Image

[13 km] Al 77

Orlando e Manfredi vi invitano nel nuovo locale del centro storico a Viterbo, in via San Pellegrino, nel quartiere medievale.

ristorante-il-molino Image

[14 km] Ristorante Il Molino

Nel centro storico di Viterbo, ai piedi del Palazzo Papale e a pochi passi dal celebre quartiere medioevale, Il Molino ti offre una vasta gamma di antipasti di terra della cucina tradizionale: bruschette, mix di affettati e formaggi, fritti misti e un’ottima mozzarella di bufala.



Da vedere

museo-della-navigazione-nelle-acque-interne-capodimonte Image

[11 km] Museo della Navigazione nelle Acque Interne

Il Museo della Navigazione nelle Acque interne – MNAI, museo civico del Comune di Capodimonte, è il risultato di un lungo lavoro di ricerca svolto da un team di studiosi della Soprintendenza archeologica per l’Etruria meridionale e della Cooperativa Arx.

museo-del-sodalizio-facchini-santa-rosa-viterbo Image

[14 km] Museo del Sodalizio Facchini di Santa Rosa

Il Museo del Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa è stato istituito a Viterbo nel 1994. È ospitato presso la sede del Sodalizio in un edificio medievale al centro del caratteristico quartiere San Pellegrino.

basilica-san-francesco-alla-rocca Image

[14 km] Basilica di San Francesco alla Rocca

La Basilica di San Francesco alla Rocca è una delle più importanti chiese di Viterbo, all’interno del quale si trovano i sepolcri di due papi, Clemente IV e Adriano V. Proprietà del Ministero dei Beni e Attività Culturali e Turismo, dal dicembre 2014 è gestita dal Polo Museale del Lazio.