nathalie caldonazzo francesco branchetti parlami d'amore

Nathalie Caldonazzo e Francesco Branchetti al Teatro Boni


data: 18 ottobre 2020

luogo: Teatro Boni (Piazza della Costituente 9), Acquapendente Vt

orario: 17.30

Ritornano gli spettacoli dal vivo al Teatro Boni di Acquapendente (VT) con la prima parte della stagione 2020-21, dal titolo Avanti tutta, diretta da Sandro Nardi e realizzata in collaborazione con il Comune di Acquapendente e con il sostegno della Regione Lazio.

Da ottobre a gennaio ecco un variegato cartellone di dieci appuntamenti teatrali, alcuni dei quali in più repliche, oltre a tre concerti nel periodo natalizio, che vedrà protagonista sul palco aquesiano un ampio ventaglio di artisti sia affermati sia emergenti, nel segno della qualità. Tutte le date in programma prevedono posti limitati e prenotazione obbligatoria, con accesso, accoglienza e sedute organizzati nel pieno rispetto delle normative anti Covid-19.

Primo appuntamento domenica 18 ottobre alle ore 17.30 con Parlami d’amore, commedia in due atti di Philippe Claudel nella traduzione di David Conat, con Nathalie Caldonazzo Francesco Branchetti e musiche di Pino Cangialosi. Un rapporto di coppia che, attraverso le sue fragilità e debolezze a tratti terribili, ma con humour e ironia, mette allo scoperto i due profili psicologici dei personaggi per riflettere sul fatto che in una relazione può diventare difficile uscire da certi schemi comportamentali e a volte anche sociali. Un testo con straordinaria capacità di indagare l’animo umano e le tortuose relazioni che abbiamo con noi stessi e poi con gli altri, come una danza che muta di ritmo e come una lama che affonda nelle pieghe più intime e a tratti inconfessabili.

Per informazioni, prenotazioni e biglietti: 0763.733174 – 334.1615504. Biglietti in vendita anche sul circuito Vivaticket.



tel: 3341615504

e-mail: info@teatroboni.it

web: www.teatroboni.it










Da vedere

pozzo-della-cava-orvieto Image

[20 km] Pozzo della Cava

ll complesso ipogeo del Pozzo della Cava di Orvieto è stato riportato alle luce tra il 1984 e il 2003 e reso fruibile soltanto con l’impegno della famiglia che ne è proprietaria, senza alcun contributo pubblico.

teatro-mancinelli-orvieto Image

[20 km] Teatro Mancinelli

Un percorso tra arte, storia e cultura alla scoperta dei segreti di un teatro ottocentesco. Il Teatro Mancinelli di Orvieto. Le porte del teatro sono aperte a tutti quei turisti e cittadini che, apprezzandolo come sede di programmazioni teatrali, sono desiderosi di conoscerne anche il profilo storico e artistico.

orvieto-underground Image

[20 km] Orvieto Underground

Un dedalo di grotte ipogee è nascosto nell’oscurità silenziosa della rupe di Orvieto. La particolare natura geologica del masso su cui sorge la città ha consentito agli abitanti, nel corso di tremila anni, di scavare un incredibile numero di cavità che si estendono, si accavallano, si intersecano al di sotto del tessuto urbano.