Opera Bosco Calcata

Opera Bosco, una giornata tra natura e installazioni artistiche a Calcata


data: 24 maggio 2020

luogo: Opera Bosco Museo di Arte nella Natura (loc. Colle), Calcata Vt

orario: 11.45

Domenica 24 maggio 2020 a Calcata (VT) si terrà l’evento di riapertura di Opera Bosco – Museo di Arte nella Natura, in località Colle, con una giornata tra le installazioni artistiche.

L’incontro è previsto alle ore 11.45 all’ingresso del museo. Quindi si terrà una visita guidata al percorso di installazioni d’arte nella natura e sculture scolpite nelle pareti e massi di tufo, parte integrante del paesaggio. Opera Bosco si è arricchito di un nuovo anfiteatro e di installazioni nell’ambito delle attività promosse dalla Regione Lazio – Sistema Museale MUSART.

Percorrere i sentieri di Opera Bosco significa anche penetrare nel cuore della forra della Valle del Treja e immergersi nella ricca biodiversità che ci trasporta nell’immaginario delle foreste tropicali Un bosco dove oltre alle installazioni la manutenzione selettiva del dato naturale cura e mette in evidenza le antiche testimonianze paesistiche e rupestri della millenaria storia di antropizzazione di questa valle.

Al termine della visita aperitivo bio con prodotti del locale biodistretto; è disponibile un’ampia area all’aperto, dove potere consumare anche pasti al sacco. Si invitano i partecipanti al rispetto delle norme e delle precauzioni anti-Covid-19. L’area si sviluppa su due ettari, sufficiente a creare il distanziamento sociale e a prevedere l’uso della mascherina solo quando indispensabile.

Ingresso, tessera associativa annuale, visita guidata, aperitivo bio: € 15,00. Prenotazione obbligatoria per il limitato numero di partecipanti. Si consigliano scarpe da trekking.

Info e prenotazioni: 0761.588048 – 328.2769123.

Il Museo Opera Bosco

Opera Bosco – Museo di Arte nella Natura è un itinerario di arte contemporanea all’a­perto su due ettari di bosco nella forra della Valle del Treja a Calcata, in provincia di Viterbo. Le opere d’arte in questo museo nascono dal materiale naturale del bosco, sono realizzate con tecniche naturalistiche e vivono in sim­biosi con l’ambiente che le fa materia. Un sistema integrato quindi fra opere d’arte e natura, dove bosco, natura e opere interagi­scono formando un unica grande opera complessiva.

Questo Museo nasce dall’esigenza degli arti­sti che lo  attuano  di relazionarsi con il “bosco”, di estendere il concetto di estetica all’ecosistema e produrre “arte rinnovabile” interpretando le particolarità paesaggistiche, i valori botanici, zoologici, geologici e i segni storico-antropici dando corpo e fruibilità ad una concezione dell’arte con qualità totale.

Opera Bosco è un esempio concreto di attuazione della cultura della “simbiosi” tra attività umana e natura nell’esigenza epoca­le di una impostazione ecocompatibile nella sistemazione del   territorio; rappresenta anche un centro di propulsione che impegna energie creative in senso sociale, ideologico e politico nella sua azione di proteggere, valo­rizzare e promuovere le risorse del territorio.

Questo museo, unico del genere in Italia, è anche un laboratorio dove gli artisti nella realizzazione delle opere procedono ad una ricerca che esplicita i potenziali e le prospettive di un mondo ecologico dove le tecniche e i materiali natu­rali tradizionali riacquistano una funzione primordiale nelle tec­nologie di sistemazione del ter­ritorio. Esso inoltre costituisce un sistema di formazione edu­cativo aperto multidisciplinare che svolge attività di educa­zione ambientale sin dalla sua inaugurazione ed è visitato da scuole primarie, medie, superiori, università e dell’infanzia con la partecipazione annua di 5 mila alunni circa.



tel: 3282769123

e-mail: operabosco@operabosco.eu

web: www.operabosco.eu










Da vedere

museo-archeologico-dell-agro-falisco-civita-castellana Image

[7 km] Museo Archeologico dell'Agro Falisco

Il Museo Archeologico dell’Agro Falisco ha sede nello splendido Forte Sangallo di Civita Castellana, costruito alla fine del XV secolo da Antonio da Sangallo il Vecchio, sullo sperone occidentale del pianoro civitonico, per volontà di papa Alessandro VI Borgia. A pianta pentagonale, con cinque bastioni, di cui tre muniti di cannoniere, è circondato da un fossato artificiale, tranne che sul lato nord.

museo-di-palazzo-doebbing-sutri Image

[16 km] Museo di Palazzo Doebbing

Il Vescovado di Sutri attesta le antiche radici cristiane della città sin dai primi secoli del Medioevo. Il palazzo vescovile risulta così essere il fulcro non soltanto religioso ma anche culturale ed artistico dell’intera città.

palazzo-giustiniani-bassano-romano Image

[19 km] Palazzo Giustiniani

Il Palazzo Giustiniani (o Villa Giustiniani Odescalchi), si trova a Bassano Romano, in provincia di Viterbo. Acquistato nel 2003 dallo Stato Italiano e proprietà del MIBACT, dal dicembre 2014 è gestito dal Polo museale del Lazio.