orienteering drama lugnano in teverina

“Orienteering Drama”, turismo tra narrazione e paesaggio a Lugnano in Teverina


data: dal 1° agosto al 31 ottobre 2020

luogo: Spazio Verdecoprente (Piazza Marconi), Lugnano in Teverina Tr

orario: Agosto: sabato 16.30-19.30 / domenica 9.30-12.00.

Inaugurato sabato 1 agosto alle ore 19.00 a Lugnano in Teverina (TR) Orienteering Drama, un progetto innovativo di turismo culturale esperienziale dell’associazione Ippocampo.

Ideato da Roberto Giannini e Rossella Viti, è realizzato con il contributo della Regione Umbria, bando imprese creative POR FESR 2014-2020 azione 3.2.1. per il “Supporto allo sviluppo di prodotti e servizi complementari alla valorizzazione di identificati attrattori culturali e naturali del territorio”. Il progetto è vincitore per l’area sud-ovest orvietana.

Forniti di una mappa cartacea appositamente creata, i partecipanti di Orienteering Drama sono invitati a seguire un percorso-gioco che in venti tappe attraversa il borgo medioevale di Lugnano in Teverina. Si prende la mappa e si diventa viaggiatori, ognuno con i propri tempi e sensibilità, con la scelta delle strade e le tappe dedicate all’ascolto. Ad azione, esplorazione e osservazione, elementi che caratterizzano l’orienteering, si toglie la gara e si aggiungono le storie, il drama, affidate alla sonorità di voci e suoni in cuffia a cui si accede tramite un Qr code, con l’obiettivo di suggerire all’utente una fruizione personalizzata del patrimonio culturale della cittadina di Lugnano in Teverina, uno dei Borghi più belli d’Italia.

20 le tappe del percorso di gioco che consiste nell’individuare le “lanterne” ovvero piccoli QR code disposti lungo il tracciato. Ogni QRcode, aperto con l’app, svela una storia da ascoltare: soggetto delle storie è Lugnano in Teverina con i suoi diversi attrattori, primo fra tutti proprio il borgo medioevale, con la Collegiata di Santa Maria Assunta e le altre chiese, poi il Museo Civico con la necropoli dei bambini di Poggio Gramignano e la parte dedicata alla Grande Guerra, la Chiesa di San Francesco e tutto il paesaggio circostante.

Ma attenzione: le storie evocano, non descrivono, le voci sussurrano o cantano lasciando il compito al viaggiatore di raccogliere i diversi stimoli multi sensoriali che gli vengono incontro lungo la strada, elaborandoli in una nuova visione, in un’esperienza personale di ciò che lo circonda. “È al viaggiatore che ci rivolgiamo come nuovo autore del percorso – affermano gli autori – perché nutrendosi della vita dei luoghi li restituisca in un nuovo sguardo”.

Realizzato con uno staff di operatori creativi-artisti, specializzati nei linguaggi del teatro e della musica, delle arti visive e della comunicazione multimediale, il percorso “parla” un linguaggio accessibile a tutti. È pensato per una fruizione individuale, ma si può partire in coppia o in un piccolo gruppo.  Dopo aver ritirato la mappa originale, ogni utente può sviluppare il percorso, anche in più giorni.  In ogni caso si sottolinea che, coerentemente con le attuali misure anti Covid-19, ogni utente dovrà essere munito del proprio smartphone completo di auricolari o cuffiette. In caso di difficoltà l’organizzazione può fornire alcuni strumenti usa e getta.

Il percorso resterà attivo fino al 31 ottobre 2020 e riprenderà per le festività natalizie. Per la versione in inglese l’utente si può avvalere dei testi che scorrono sullo schermo dello smartphone, insieme alle voci in italiano, che danno il ritmo dell’ascolto. Per le specifiche sulle tappe, quali l’accessibilità per portatori di handicap, si consiglia di contattare l’Associazione per ulteriori informazioni.

Orienteering Drama, con la regia di Ippocampo, inizia il suo percorso con la collaborazione del Comune di Lugnano in Teverina e dell’Ufficio Scolastico Regionale dell’Umbria, il patrocinio della Provincia di Terni. Con la partecipazione della cittadinanza e dell’I.C. Attigliano-Guardea, scuole sec di 1° grado di Lugnano.

Punto di accoglienza e partenza percorso gioco:  Spazio Verdecoprente (ex scuole medie), ingresso dalla scalinata del parcheggio vicolo dell’Ospedale. Ingresso libero. Prenotando, il punto di accoglienza viene aperto anche in altri giorni e orari, in agosto e nei mesi di settembre e ottobre, è sufficiente scrivere o telefonare ai contatti sotto indicati.



tel: 3272804920

e-mail: info@orienteeringdrama.org

web: www.orienteeringdrama.org










Strutture Vicine

ristorante-biccaba Image

[20 km] Ristorante Biccabà

Locale dal design impeccabile, essenziale e moderno, situato nel Centro Commerciale CineTuscia Village di Vitorchiano.

pub-al-55 Image

[22 km] Pub al 55

Nel caratteristico borgo di Acquasparta, proprio al numero 55 di via Colonna, c’è un locale accogliente, familiare e con ottima birra!

totos-pub Image

[25 km] Toto's Pub

Il Toto’s Pub nasce nel 1989 con l’obiettivo di soddisfare le esigenze di tutti coloro che, dopo una giornata di lavoro, desiderano uscire per trovarsi in un ambiente accogliente e familiarizzante, bere e mangiare bene, incontrare volti nuovi.



Da vedere

muvis-museo-del-vino-delle-scienze-agroalimentari Image

[13 km] MUVIS - Museo del Vino e delle Scienze Agroalimentari

Il MUVIS – Museo del Vino e delle Scienze Agroalimentari è inserito all’interno del vasto ed articolato complesso produttivo dei Conti Vaselli, situato nel cuore del borgo di Castiglione in Teverina, ovvero nella grande cantina distribuita su 6 piani (1° piano, piano terra e 4 piani sotterranei), non più in uso, che ha richiesto un esteso intervento di recupero edilizio.

orte-sotterranea Image

[13 km] Orte Sotterranea

Orte Sotterranea è un percorso nei secoli dall’epoca etrusca ai giorni nostri, tra cunicoli di acquedotto, cisterne, colombaie, cantine e pozzi di neve. La gestione di apertura e visite è a cura dell’associazione Veramente Orte.

teatro-mancinelli-orvieto Image

[24 km] Teatro Mancinelli

Un percorso tra arte, storia e cultura alla scoperta dei segreti di un teatro ottocentesco. Il Teatro Mancinelli di Orvieto. Le porte del teatro sono aperte a tutti quei turisti e cittadini che, apprezzandolo come sede di programmazioni teatrali, sono desiderosi di conoscerne anche il profilo storico e artistico.