palazzo cesi di acquasparta

Palazzo Cesi di Acquasparta, le aperture di novembre 2020


data: 1-30 novembre 2020

luogo: Palazzo Cesi (Piazza Federico Cesi), Acquasparta Tr

orario: ven-sab-dom 11.00-13.00 / 15.00-18.00

Nel mese di novembre 2020 lo storico Palazzo Cesi di Acquasparta (TR) è aperto ai visitatori dal venerdì alla domenica, al mattino con orario 11.00-13.00 e al pomeriggio dalle 15.00 alle 18.00.

Sono effettuate anche visite guidate per gruppi su prenotazione ai contatti sotto indicati. Inoltre è possibile scaricare sul proprio smartphone DA QUESTO LINK la app gratuita di Palazzo Cesi, con cui usufruire di testi e audioguide multilingue, immagini e video.

Gli ampi spazi consentono il distanziamento tra i visitatori, nel rispetto dei DPCM e delle ordinanze regionali per l’emergenza Covid-19.

Palazzo Cesi di Acquasparta è la cinquecentesca dimora di una tra le famiglie più illustri e prestigiose umbro-romane. Nei primi anni del XVII secolo è stato sede dell’attività scientifica del principe Federico Cesi e della prima Accademia dei Lincei.

Palazzo Cesi di Acquasparta: la storia

Situato sul luogo dell’antica rocca, fu edificato nella seconda metà del Cinquecento per volontà del porporato Federico Aquitani Cesi su progetto di Guidetto Guidetti e poi Giovan Domenico Bianchi, esponenti della scuola del Vignola. La fabbrica, in stile tardorinascimentale, fu eseguita intorno al 1579, anno delle nozze di Federico I Cesi con Olimpia Orsini, genitori del Linceo. Federico Cesi ricostituì, nel 1609, nel palazzo, l’Accademia dei Lincei, istituita a Roma nel 1609: lo scienziato vi morì il 1° agosto 1630.

La costruzione è articolata nel sistema progettuale della piazza, della residenza signorile e della loggia. L’interno è riccamente decorato secondo la maniera tipica del tempo e i lavori furono eseguiti in due momenti: nel 1579 da Giovan Battista Lombardelli che eseguì la parte principale; tra il 1618 e il 1624 (anno in cui vi fu ospitato Galileo Galilei) il Linceo commissionò la conclusione degli affreschi a un pittore nordico e ad uno romano. I soggetti dei dipinto sono sia mitologici sia celebrativi delle gesta militari di membri della famiglia Cesi.

L’immobile restò inutilizzato per tanti anni e fu recuperato dall’Università di Perugia che, nel 1973, lo sistemò per utilizzarlo come sede di manifestazioni culturali. Nel 2013 è rientrato in possesso del Comune di Acquasparta che ha avviato un programma di recupero e valorizzazione.

palazzo cesi acquasparta



tel: 3517031853

e-mail: infopalazzocesi@gmail.com

web: www.facebook.com/palazzocesi










Strutture Vicine

pub-al-55 Image

[0 km] Pub al 55

Nel caratteristico borgo di Acquasparta, proprio al numero 55 di via Colonna, c’è un locale accogliente, familiare e con ottima birra!

yokel Image

[16 km] Yokel

Yokel è una hamburgeria nel cuore della città di Terni ma ha un sapore internazionale per quel che riguarda il modo di concepire il cibo!

la-raffineria Image

[17 km] La Raffineria

Nato dalla tradizione gastronomica della Famiglia Alpini, questo nuovo locale è un compromesso fra modernità e tradizione, uno spazio polivalente difficile da collocare sotto una specifica categoria



Da vedere

muvis-museo-del-vino-delle-scienze-agroalimentari Image

[28 km] MUVIS - Museo del Vino e delle Scienze Agroalimentari

Il MUVIS – Museo del Vino e delle Scienze Agroalimentari è inserito all’interno del vasto ed articolato complesso produttivo dei Conti Vaselli, situato nel cuore del borgo di Castiglione in Teverina, ovvero nella grande cantina distribuita su 6 piani (1° piano, piano terra e 4 piani sotterranei), non più in uso, che ha richiesto un esteso intervento di recupero edilizio.

orte-sotterranea Image

[29 km] Orte Sotterranea

Orte Sotterranea è un percorso nei secoli dall’epoca etrusca ai giorni nostri, tra cunicoli di acquedotto, cisterne, colombaie, cantine e pozzi di neve. La gestione di apertura e visite è a cura dell’associazione Veramente Orte.