simulacra

“Simulacra. Bestiari, demoni e altre ombre”, mostra collettiva di Librimmaginari


data: dal 15 dicembre 2018 al 5 gennaio 2019

luogo: Spazio Biancovolta (Via delle Piagge 23), Viterbo

orario: giovedì-domenica 16.30-19.00

Librimmaginari, progetto di Arci Viterbo realizzato con il sostegno del Comune di Viterbo e dedicato al disegno e all’illustrazione, presenta la mostra collettiva Simulacra. Bestiari, demoni e altre ombre, a cura di Marco Trulli e Marcella Brancaforte, in cui verranno esposte le opere di Mariachiara Di Giorgio, Anke Feuchtenberger, Eva Gerd, Simone Rea, Stefano Ricci, Studio Fludd, tuta.

La mostra verrà inaugurata il 14 dicembre 2018 alle ore 17.00 presso lo Spazio Biancovolta in Via delle Piagge 23 (quartiere San Faustino). La nuova mostra collettiva di Librimmaginari si concentra sull’alterità di un mondo animale, una soglia che connette l’uomo alla dimensione mitica, letteraria, fantastica. Dal fauno alla fenice, dalla chimèra all’echidna, la storia della letteratura e della mitologia sono abitate da innumerevoli mostri o bestie a metà tra l’umano e l’orrendo, incarnazioni delle paure, proiezioni mistiche o magiche.

Per questo interessa mettere in relazione il termine simulacra (figura, statua ma anche spettro, ombra) con il mondo dei bestiari e del mostruoso. Perché in qualche modo l’utilizzo che ne è stato fatto è sempre stato volto a creare un rimando, un’immagine che viveva in funzione di un’altra dimensione. Lucrezio parla di simulacri come membrane, tuniche, immagini che si staccano dalla superficie delle cose.

Questa mostra si muove quindi sul confine tra l’esigenza millenaria di rappresentare idee, visioni, dottrine e morali e l’utilizzo di figure ibride, talvolta mostruose che da sempre assolvono ad un ruolo didascalico. “Si tratta di invenzioni figurali funzionali a sancire in chi le guarda una cicatrice, sono casellari immaginati per incatenarvi ciò che dobbiamo ricordare” (Settis).

Dall’esoterismo fino alla narrazione per l’infanzia, l’essere mostruoso ritorna assumendo diversi significati, incarnando talvolta virtù o incutendo terrore. La creazione di un mondo fantastico, rappresentato dagli artisti in una sorta di bestiario, con elementi di riferimento che partono dai codici miniati medievali ed arrivano al Manuale di zoologia fantastica di Borges, ai suoi animali immaginari coniugando il fascino per il mondo ferino e le storie mitiche ad esso connesse. Il bestiario fantastico è, insieme, un excursus letterario e un archivio di animali immaginari, messo al mondo dai sette artisti invitati da Librimmaginari.

Inaugurazione: 14 dicembre ore 17.00. Apertura: al 15 dicembre 2018 al 5 gennaio 2019 dal giovedì alla domenica ore 16.00-19.30.

 

Immagine: “Il Vestito Rosso” di Anke Feuchtebberger – courtesy Galleria Squadro, Bologna.
Progetto grafico Daniele Capo



tel:

e-mail: culturavt@arci.it

web: www.arciviterbo.it










Strutture Vicine

due-righe-book-bar Image

[0 km] Due Righe Book Bar

Situato nello storico quartiere di San Pellegrino, cuore medievale di Viterbo,  il Due Righe Book Bar è il luogo di incontro privilegiato per studenti, musicisti e artisti.

ristorante-il-molino Image

[0 km] Ristorante Il Molino

Nel centro storico di Viterbo, ai piedi del Palazzo Papale e a pochi passi dal celebre quartiere medioevale, Il Molino ti offre una vasta gamma di antipasti di terra della cucina tradizionale: bruschette, mix di affettati e formaggi, fritti misti e un’ottima mozzarella di bufala.

blitz-caffe Image

[0 km] Blitz Caffè

Blitz Caffè è una nuova idea di bar: birreria, tavola calda e fredda, cocktail bar e wine bar; il tutto racchiuso in unico contenitore in grado di soddisfare i gusti della propria clientela, dalla colazione mattutina fino a notte inoltrata.



Da vedere

basilica-san-francesco-alla-rocca Image

[0 km] Basilica di San Francesco alla Rocca

La Basilica di San Francesco alla Rocca è una delle più importanti chiese di Viterbo, all’interno del quale si trovano i sepolcri di due papi, Clemente IV e Adriano V. Proprietà del Ministero dei Beni e Attività Culturali e Turismo, dal dicembre 2014 è gestita dal Polo Museale del Lazio.

viterbo-sotterranea Image

[0 km] Viterbo Sotterranea

Viterbo Sotterranea è composta da un reticolo di gallerie che si estendono sotto il centro storico e conducono fin oltre la cinta muraria. Per ora l’unico tratto percorribile si snoda per circa 250 metri disposti su due livelli sotto Piazza della Morte, rispettivamente a 3 e 10 metri di profondità.

polo-monumentale-colle-del-duomo-viterbo Image

[0 km] Polo Monumentale Colle del Duomo

Il Polo Monumentale Colle del Duomo, situato sull’omonima altura nel centro storico di Viterbo dove si sviluppò il nucleo più antico della città, comprende il Palazzo dei Papi, la Cattedrale di San Lorenzo e il Museo Colle del Duomo gestito da Archeoares.