Gradoli Palazzo Farnese

Teatro Alessandro Farnese di Gradoli, la stagione 2018-2019


data: dal 3 novembre 2018 al 13 aprile 2019

luogo: Teatro Alessandro Farnese (Via Solferino), Gradoli Vt

orario: 21.00

L’Associazione Culturale Opera, diretta da Gianni Pontillo e Deborah Caroscioli, è giunta al venticinquesimo anno di direzione del Teatro Dafne di Roma, al quarto anno del Teatro Il Mascherone di Valentano (in collaborazione con il gruppo di teatro amatoriale locale La Piazzetta) e al secondo anno del Teatro Alessandro Farnese di Gradoli.

In ognuno dei teatri organizza una stagione teatrale invernale che prevede un numero di spettacoli (per lo più comici o leggeri) che varia da 10 a 20, rappresentati sia dalla compagnia che da gruppi provenienti da tutta Italia, oltre ad eventi musicali e culturali.

Le stagioni teatrali di Valentano e di Gradoli stanno riscuotendo un successo tale di pubblico e critica grazie anche al favore riscontrato dalle amministrazioni comunali e in particolare dal sindaco di Gradoli Luigi Buzi, il quale destina, per ogni spettacolo, un contributo agli iscritti del centro anziani del paese partecipando in parte al pagamento del biglietto di ingresso. Tale iniziativa verrà realizzata, a partire da questa stagione, anche dal sindaco di Valentano Stefano Bigiotti e dal sindaco di Latera Francesco Di Biagi.

La compagnia organizza altresì rappresentazioni teatrali estive nel cortile della Rocca Farnese e nelle principali rassegne e festival teatrali italiani. A Roma dirige l’Accademia di Teatro omonima che conta circa 120 allievi ogni anno, molti dei quali sono poi entrati nelle principali Accademie teatrali italiane o lavorano professionalmente nel mondo dello spettacolo. Anche a Valentano dirige un laboratorio teatrale che vede iscritti oltre 20 ragazzi di età compresa tra i 6 e i 15 anni.

La stagione del Teatro Alessandro Farnese di Gradoli

3 novembre – ore 21.00
Gianni Pontillo
47 morto che parla di Totò e Ettore Petrolini
con Deborah Caroscioli

24 novembre – ore 21.00
Compagnia Chiamata alle Arti – Roma
Ditegli sempre di sì di Eduardo De Filippo
regia di Alberto Pignero

15 dicembre – ore 21.00
Gruppo Teatrale La Piazzetta – Valentano (VT)
Come si rapina una banca di Samy Fayad
regia di Luigi Menci

12 gennaio – ore 21.00
Associazione Culturale Serpiria – Roma
Donnacce di Gianni Clementi
regia di Alessandra Ferro

26 gennaio – ore 21.00
Gianni Pontillo
Agostino (tutti contro tutti) di Massimiliano Bruno
con Deborah Caroscioli

9 febbraio – ore 21.00
Compagnia Divieto d’Affissione – Roma
Hostess di R. D’Alessandro e A. Calabrese
regia di Franco Tuba

23 febbraio – ore 21.00
Compagnia Chiamata alle Arti – Roma
Vado per vedove di G. Marotta e B. Randone
regia di Alberto Pignero

16 marzo – ore 21.00
Gianni Pontillo
Il signor di Pourceaugnac di Molière
con Deborah Caroscioli

30 marzo – ore 21.00
Associazione Culturale Carabus – Roma
Il mistero della cioccolata di Quattrocchi e Cattivelli
con Giorgio Solieri

13 aprile – ore 21.00
Associazione Culturale Opera – Roma
Pensione Via Vai
testo e regia di Gianni Pontillo



tel: 3357518414

e-mail: teatroalessandrofarnese@gmail.com

web:










Strutture Vicine

osteria-del-grillo Image

[24 km] Osteria del Grillo

L’ Osteria del Grillo, recentemente rinnovata nell’offerta enogastronomica e organizzativa, occupa storicamente a Orvieto una posizione di valore, grazie a un’ attività di ristorazione nata durante gli anni ’40.



Da vedere

museo-della-navigazione-nelle-acque-interne-capodimonte Image

[11 km] Museo della Navigazione nelle Acque Interne

Il Museo della Navigazione nelle Acque interne – MNAI, museo civico del Comune di Capodimonte, è il risultato di un lungo lavoro di ricerca svolto da un team di studiosi della Soprintendenza archeologica per l’Etruria meridionale e della Cooperativa Arx.

pozzo-della-cava-orvieto Image

[22 km] Pozzo della Cava

l complesso ipogeo del Pozzo della Cava di Orvieto è stato riportato alle luce tra il 1984 e il 2003 e reso fruibile soltanto con l’impegno della famiglia che ne è proprietaria, senza alcun contributo pubblico.

orvieto-underground Image

[22 km] Orvieto Underground

Un dedalo di grotte ipogee è nascosto nell’oscurità silenziosa della rupe di Orvieto. La particolare natura geologica del masso su cui sorge la città ha consentito agli abitanti, nel corso di tremila anni, di scavare un incredibile numero di cavità che si estendono, si accavallano, si intersecano al di sotto del tessuto urbano.