teatro caffeina viterbo

Teatro Caffeina di Viterbo, il programma della stagione 2019-2020


data: dal 23 novembre 2019 al 15 aprile 2020

luogo: Teatro Caffeina (Via Cavour 9), Viterbo

orario: sabato e infrasettimanali 21.00 / domenica 17.30

La stagione 2019-2020 del Teatro Caffeina di Viterbo, dal titolo La pazza gioia, porta sul palco di Via Cavour i protagonisti dei massimi circuiti teatrali, all’insegna della comicità, dell’emozione e della cultura.

Una prima nazionale con Walter Pagliaro impreziosisce un cartellone composto da nomi d’impatto come Marco Paolini, Riccardo Rossi, Elisabetta Pozzi, Marisa Laurito, Nicoletta Braschi, Francesco Montanari e Andrea Delogu, che interpreteranno testi di Luigi Pirandello, Samuel Beckett, Henrik Ibsen, Gardner McKay.

Con la prima de Gli spettri di Ibsen, per la regia e la drammaturgia di Walter Pagliaro in cartellone per il 15 e 16 febbraio 2020, sarà inaugurato il ciclo delle residenzialità teatrali a Teatro Caffeina: “Così uno dei più grandi maestri del teatro italiano allestirà proprio da noi la sua prossima produzione, un testo del celebre drammaturgo scandinavo, in una versione pensata e costruita proprio per il Teatro Caffeina” spiega Annalisa Canfora, direttrice artistica della stagione del Teatro Caffeina.

Il nostro progetto – continua l’attrice in forza al Teatro Brancaccio di Roma – è prima di tutto una visione, la visione pazza (in tempi di crisi dei teatri) di un luogo di spettacoli vivi, gioiosi, capaci di creare nuove comunità di visione e azione teatrale. Nasce così ‘La pazza gioia’, una stagione visionaria, allegra, estremamente vitale. Grandi autori, riscritture, tanta ironia e grottesco, drammaturgia contemporanea, il teatro di narrazione, la grande regia e alcuni tra i più importanti protagonisti della scena italiana. Questa è l’offerta che torniamo a proporre al nostro pubblico, una comunità di appassionati pazza e gioiosa come noi, che a chi dice il teatro è morto risponde uscendo di casa, riempiendo le sale, assistendo agli spettacoli, ridendo ed emozionandosi”.

Credo che il Teatro Caffeina sia il mio successo preferito, fra i tanti che Fondazione Caffeina Cultura ha saputo costruire in questi anni – dichiara Carlo Rovelli, presidente della Fondazione Caffeina – E’ questo che immaginavo anni fa quando ho scelto di sostenere la rinascita dello stabile di Via Cavour, per me un luogo del cuore, perché io sono prima di tutto uno dei tanti ragazzi che  al ‘Pidocchietto’ viterbese degli anni d’oro era di casa, ogni settimana, ogni giorno. Non sopportavo di vederlo nello stato diroccato in cui l’ho ritrovato decenni dopo: oggi sono felice che Teatro Caffeina sia di nuovo un luogo di gioia, di passione e di cultura. Per questa stagione teatrale confesso che sarò prima di tutto un affezionato spettatore, pazzo e gioioso nell’accompagnare e sostenere gli sforzi di questa fantastica squadra di lavoro”.

Programma Teatro Caffeina 2019-2020

Sabato 23 novembre 2019 – ore 21.00
W Le Donne
di e con Riccardo Rossi

Venerdì 13 dicembre 2019  – ore 21.00
Santo Piacere: Dio è contento quando godo 
di e con Giovanni Scifoni
regia di Vincenzo Incenzo

Sabato 18 gennaio 2020 – ore 21.00
Giorni felici 
di Samuel Beckett
con Nicoletta Braschi e Andrea Renzi
regia di Andrea Renzi

Domenica 2 febbraio 2020 – ore 17.30
L’uomo, la bestia e la virtù 
di Luigi Pirandello
con Giorgio Colangeli, Pietro De Silva, Valentina Perrella, Cristina Todaro, Alessandro Giova, Diego Rifici, Alessandro Solombrino e con Francesco Petit-Bon
regia di Giancarlo Nicoletti

Sabato 15 febbraio 2020 – ore 21.00
Domenica 16 febbraio 2020 – ore 17.30
Debutto nazionale
Spettri, un dramma familiare
di Henrik Ibsen, traduzione di Franco Perrelli
con Micaela Esdra, Igor Mattei, Fabrizio Amicucci, Dalila Reas
drammaturgia e regia di Walter Pagliaro
Scene e costumi di Luigi Perego

Sabato 29 febbraio 2020 – ore 21.00
Il Giocattolaio
di Gardner McKay
con Francesco Montanari e Andrea Delogu
regia di Lorenzo Gioielli

Domenica 8 marzo 2020 – ore 17.30
Persone naturali e strafottenti 
di Giuseppe Patroni Griffi
con Marisa Laurito, Giovanni Anzaldo, Filippo Gili e Federico Lima Roque
Regia di Giancarlo Nicoletti

Sabato 21 marzo 2020 – ore 21.00
Cassandra o del tempo divorato 
drammaturgia di Elisabetta Pozzi con il contributo di Massimo Fini
con Elisabetta Pozzi  – Regia di Elisabetta Pozzi

Mercoledì 15 aprile 2020 – ore 21.00
Filò filò
di e con Marco Paolini



tel: 3667187564

e-mail: teatro@caffeinacultura.it

web: www.caffeinacultura.it










Strutture Vicine

blitz-caffe Image

[0 km] Blitz Caffè

Blitz Caffè è una nuova idea di bar: birreria, tavola calda e fredda, cocktail bar e wine bar; il tutto racchiuso in unico contenitore in grado di soddisfare i gusti della propria clientela, dalla colazione mattutina fino a notte inoltrata.

ristorante-il-molino Image

[1 km] Ristorante Il Molino

Nel centro storico di Viterbo, ai piedi del Palazzo Papale e a pochi passi dal celebre quartiere medioevale, Il Molino ti offre una vasta gamma di antipasti di terra della cucina tradizionale: bruschette, mix di affettati e formaggi, fritti misti e un’ottima mozzarella di bufala.

al-77 Image

[1 km] Al 77

Orlando e Manfredi vi invitano nel nuovo locale del centro storico a Viterbo, in via San Pellegrino, nel quartiere medievale.



Da vedere

museo-del-sodalizio-facchini-santa-rosa-viterbo Image

[0 km] Museo del Sodalizio Facchini di Santa Rosa

Il Museo del Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa è stato istituito a Viterbo nel 1994. È ospitato presso la sede del Sodalizio in un edificio medievale al centro del caratteristico quartiere San Pellegrino.

viterbo-sotterranea Image

[0 km] Viterbo Sotterranea

Viterbo Sotterranea è composta da un reticolo di gallerie che si estendono sotto il centro storico e conducono fin oltre la cinta muraria. Per ora l’unico tratto percorribile si snoda per circa 250 metri disposti su due livelli sotto Piazza della Morte, rispettivamente a 3 e 10 metri di profondità.

polo-monumentale-colle-del-duomo-viterbo Image

[0 km] Polo Monumentale Colle del Duomo

Il Polo Monumentale Colle del Duomo, situato sull’omonima altura nel centro storico di Viterbo dove si sviluppò il nucleo più antico della città, comprende il Palazzo dei Papi, la Cattedrale di San Lorenzo e il Museo Colle del Duomo gestito da Archeoares.