Tetrachorus e Stefano Angelici per l’aperitivo e la cena in jazz del Fondaco di Narni


data: 7 e 21 febbraio, 7 e 21 marzo

luogo: Via Garibaldi, 7 - Narni TR

orario: ore 19 e 21

Nei mesi di febbraio e marzo il Fondaco di Narni apre le sue porte alle sonorità jazz con 4 appuntamenti serali in compagnia di alcune fra le più interessanti formazioni musicali del territorio.

Saranno quattro i giovedì scelti dagli organizzatori per trascorrere il tempo dell’aperitivo e della cena all’insegna della buona musica dal vivo: “7/21 Jazz Dinner“, infatti, prevede un primo set a partire dalle ore 19 e un secondo dalle ore 21 per celebrare i sensi con una miscellanea di stimoli che rimbalzano dalle proposte culinarie, inserite negli speciali menu delle serate, alla musica dal vivo. Un incontro di sensazioni che unisce il gusto per l’arte culinaria alla storia delle varie formazioni pronte ad esibirsi.

Si parte giovedì 7 febbraio con il Cecilia Brunori Reverse Quartet per proseguire, a due settimane di distanza, il 21 con Tetrachorus e Stefano Angelici. A marzo, giovedì 7, sarà la volta degli SDL Express, mentre il 21 degli Aire de Mar.

Giovedì 21 febbraio:

Aperitivo ore 19:00: Pomodoro ripieno di caponata di verdure su crema di burrata (€9)

Jazz dinner: Millefoglie di pane carasau con pomodorini, olive, feta e salsa di peperoni; Raviolo della casa ripieno con fave e pecorino con guanciale croccante; Medaglione di vitello in crema di melanzane; Spuma di ricotta e sambuca con granella di pistacchi di Bronte.
(€28) Per la cena, si ricorda che è necessario prenotare.

TETRACHORUS feat STEFANO ANGELICI

Fabio Ceccarelli – fisarmonica
Stefano Angelici – fiati
Steve Laye – contrabbasso
Tiziano Tetro – batteria e percussioni

L’incontro dei tre musicisti ha portato alla nascita di questa formazione dal repertorio piuttosto vasto ed eterogeneo. Tetrachorus propone una serata di jazz che abbraccia i classici standard fino ad arrivare a brani originali, arrangiamenti di pezzi famosi e colonne sonore. La serata prosegue alla scoperta di blues, swing, tango e world music.

Il programma dei live:

Giovedì 7 febbraio:
CECILIA BRUNORI & REVERSE QUARTET
Cecilia Brunori – voce
Manuel Magrini – pianoforte
Alessandro Bossi – basso elettrico
Lorenzo Brilli – batteria

Giovedì 21 febbraio:
TETRACHORUS feat STEFANO ANGELICI
Fabio Ceccarelli – fisarmonica
Stefano Angelici – fiati
Steve Laye – contrabbasso
Tiziano Tetro – batteria e percussioni



tel: 0744717134

e-mail:

web:










Strutture Vicine

la-raffineria Image

[10 km] La Raffineria

Nato dalla tradizione gastronomica della Famiglia Alpini, questo nuovo locale è un compromesso fra modernità e tradizione, uno spazio polivalente difficile da collocare sotto una specifica categoria

yokel Image

[11 km] Yokel

Yokel è una hamburgeria nel cuore della città di Terni ma ha un sapore internazionale per quel che riguarda il modo di concepire il cibo!

pub-al-55 Image

[19 km] Pub al 55

Nel caratteristico borgo di Acquasparta, proprio al numero 55 di via Colonna, c’è un locale accogliente, familiare e con ottima birra!



Da vedere

orte-sotterranea Image

[13 km] Orte Sotterranea

Orte Sotterranea è un percorso nei secoli dall’epoca etrusca ai giorni nostri, tra cunicoli di acquedotto, cisterne, colombaie, cantine e pozzi di neve. La gestione di apertura e visite è a cura dell’associazione Veramente Orte.

museo-archeologico-dell-agro-falisco-civita-castellana Image

[28 km] Museo Archeologico dell'Agro Falisco

Il Museo Archeologico dell’Agro Falisco ha sede nello splendido Forte Sangallo di Civita Castellana, costruito alla fine del XV secolo da Antonio da Sangallo il Vecchio, sullo sperone occidentale del pianoro civitonico, per volontà di papa Alessandro VI Borgia. A pianta pentagonale, con cinque bastioni, di cui tre muniti di cannoniere, è circondato da un fossato artificiale, tranne che sul lato nord.

muvis-museo-del-vino-delle-scienze-agroalimentari Image

[30 km] MUVIS - Museo del Vino e delle Scienze Agroalimentari

Il MUVIS – Museo del Vino e delle Scienze Agroalimentari è inserito all’interno del vasto ed articolato complesso produttivo dei Conti Vaselli, situato nel cuore del borgo di Castiglione in Teverina, ovvero nella grande cantina distribuita su 6 piani (1° piano, piano terra e 4 piani sotterranei), non più in uso, che ha richiesto un esteso intervento di recupero edilizio.