tombola vivente vignanellese

Tombola Vivente Vignanellese, sui Cimini un originale evento natalizio


data: 26 dicembre 2018

luogo: Piazza della Repubblica, Vignanello Vt

orario: 16.00

Torna a Vignanello, il 26 dicembre 2018, festa di Santo Stefano, uno spettacolo unico nel suo genere: la Tombola Vivente Vignanellese.

Nella suggestiva cornice di Piazza della Repubblica, con lo straordinario scenario del Castello Ruspoli addobbato a festa, si terrà infatti, l’originalissimo evento giunsto alla nona edizione, in un’atmosfera magica arricchita dal profumo di caldarroste e vin brulé.

La Tombola Vivente Vignanellese nasce nel 2009 da un’idea del “Puzzoloso” (Vincenzo Pacelli) e “Llomo” (Marcello Bernardini) con la collaborazione di “Grappaman” (Alessandro Agnitelli), “Tirino Tom” (Tommaso Anselmi), “Frank Goodevening” (Francesco Bonasera) e “Sonya Printil” (Sonia Stefanucci), oltre che della Pro Loco, e riprende una delle tradizioni più radicate nel paese, la tombola natalizia.

Quest’antico gioco, in paese, è una vera e propria istituzione, un divertimento per grandi e bambini in qualsiasi periodo dell’anno, anche a ferragosto, quando, tra i vicoli del centro storico, dai portoni delle cantine, dalle finestre delle case, risuonano i numeri estratti e chiamati. Si tratta di una passione molto viva che unisce intere generazioni ormai da tantissimi anni. Perché non pensare dunque ad una tombola rivisitata in “chiave umana”? Ecco quindi che i 90 numeri diventano viventi, interpretati da altrettante persone vestite con un sacco di juta, universalmente riconosciuto a Vignanello come ‘a balla ‘e nocchje.

I Numeri, al momento dell’estrazione, vengono pescati da una mano gigante – il Tirino – che le accompagna sul mega-cartellone di 9 metri per 10 posizionato in Piazza della Repubblica, ad
occupare la rispettiva casella. Durante il percorso verso il cartellone, ogni Numero sale sul palco e declama un detto in rigoroso dialetto vignanellese, il cui significato viene poi accuratamente spiegato al pubblico. Oltre ad essere quindi un evento ludico e divertente, la tombola vivente assume anche un’importanza culturale, in virtù del fatto che, grazie d essa sono stati raccolti e riscoperti oltre quattrocento proverbi e modi di dire locali, identificativi della tradizione storica e sociale del paese.

Prima del momento dell’estrazione, tutti i numeri, dopo essersi presentati al pubblico sul cartellone nelle rispettive caselle, si riuniscono nella Grande Sacchetta, ovvero in un vicolo – Via delle Prigioni Vecchie – in attesa del Tirino, attorniato, a sua volta, da altri personaggi caratteristici: il Registratore, il Cartellone, il tanto acclamato Picino ed il temibile Spione. Visto il crescente successo dell’evento, nel corso degli anni, la piazza è diventata troppo piccola per accogliere i numerosissimi visitatori che accorrono per assistere all’originale manifestazione. Si è resa così necessaria la trasmissione via streaming della Tombola Vivente che, alla prima edizione lo scorso anno, ha fatto registrare numeri straordinari.

L’appuntamento imperdibile con la tradizione rivisitata è il 26 dicembre a Vignanello, ore 16.00. In caso di pioggia l’evento si terrà nella palestra comunale.



tel:

e-mail: info@tombolaviventevignanellese.it

web: www.tombolaviventevignanellese.it










Strutture Vicine

trattoria-la-quercia-matta Image

[10 km] Trattoria La Quercia Matta

Un’atmosfera calda e accogliente resa ancor più suggestiva dalla quercia ultracentenaria che si erge al centro del giardino.

ristorante-biccaba Image

[11 km] Ristorante Biccabà

Locale dal design impeccabile, essenziale e moderno, situato nel Centro Commerciale CineTuscia Village di Vitorchiano.

totos-pub Image

[14 km] Toto's Pub

Il Toto’s Pub nasce nel 1989 con l’obiettivo di soddisfare le esigenze di tutti coloro che, dopo una giornata di lavoro, desiderano uscire per trovarsi in un ambiente accogliente e familiarizzante, bere e mangiare bene, incontrare volti nuovi.



Da vedere

orte-sotterranea Image

[12 km] Orte Sotterranea

Orte Sotterranea è un percorso nei secoli dall’epoca etrusca ai giorni nostri, tra cunicoli di acquedotto, cisterne, colombaie, cantine e pozzi di neve. La gestione di apertura e visite è a cura dell’associazione Veramente Orte.

museo-archeologico-dell-agro-falisco-civita-castellana Image

[15 km] Museo Archeologico dell'Agro Falisco

Il Museo Archeologico dell’Agro Falisco ha sede nello splendido Forte Sangallo di Civita Castellana, costruito alla fine del XV secolo da Antonio da Sangallo il Vecchio, sullo sperone occidentale del pianoro civitonico, per volontà di papa Alessandro VI Borgia. A pianta pentagonale, con cinque bastioni, di cui tre muniti di cannoniere, è circondato da un fossato artificiale, tranne che sul lato nord.

museo-del-sodalizio-facchini-santa-rosa-viterbo Image

[15 km] Museo del Sodalizio Facchini di Santa Rosa

Il Museo del Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa è stato istituito a Viterbo nel 1994. È ospitato presso la sede del Sodalizio in un edificio medievale al centro del caratteristico quartiere San Pellegrino.