L’albero di Giuda che colora di rosa e lilla la Valnerina

11 aprile 2018

Dai primi giorni di aprile, un’eccezionale tonalità di rosa e di lilla colora il paesaggio della Valnerina.

Si tratta della fioritura del “Cercis Siliquastrum” anche detto “Albero di Giuda”, facilmente ammirabile percorrendo la strada che porta dalla Cascata delle Marmore fino a Scheggino ovvero nella fascia della “Bassa Valnerina”, dato che questa pianta non cresce al di sopra dei 500 metri di altitudine.

 

Il “Cercis Siliquastrum” è una pianta selvatica che deve il suo nome alla forma dei frutti: dal greco “kerkís – navicella” e dal latino “siliqua – baccello”.
Una leggenda medievale, nata per spiegare l’apparire dei fiori nei primi giorni di aprile sulla nuda corteccia prima ancora delle foglie, racconta che sotto questo albero Giuda Iscariota diede il fatidico bacio a Gesù e più tardi, travolto dal rimorso, si impiccò ai suoi rami.

In Valnerina questo albero è detto anche “Melaggine” ed i suoi rami, molto morbidi e malleabili, vengono usati per creare delle trombette per i bambini o delle cannucce per fumare la pipa.

 

A ben guardare, a questa fioritura si accompagna anche quella di altri fiori di piante domestiche locali, come il Pero (la pera somara), il Pesco (di Papigno), il Melo e il Ciliegio.