mai più deboli

“Mai più deboli”, un’ora di completo silenzio sul web

23 Novembre 2017

Sabato 25 novembre 2017, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione delle violenze contro le donne, torna per il quinto anno consecutivo l’iniziativa Mai più deboli – Un’ora di completo silenzio sul web. Un flash mob online simultaneo su scala mondiale.

Ideato dall’artista Oberdan Mancini, il flash mob viene svolto senza finanziamenti e senza sponsor. “Si inizia alle 13:00 ora italiana – continua Oberdan Mancini – con un’assordante silenzio globale sul web: niente foto, video, stati, commenti o condivisioni. Soltanto un grande vuoto telematico, dove lasciar fluire i pensieri, dedicandoli alla Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Esiste un vincolo astronomico che consente di individuare, tenendo conto di tutti i fusi orari del pianeta, il momento in cui il silenzio globale in tutti i luoghi del mondo è in grado di investire il web nell’esclusivo arco temporale della giornata del 25 novembre”.

Si tratta di un’azione semplice e potente, alla quale è possibile partecipare in contemporanea  in tutti  i Paesi del mondo – prosegue Mancini – e il gesto è volutamente provocatorio. Quando tutto il web si fermerà e resterà in silenzio, nessuno potrà fingere di non essersene accorto, così come nessuno dovrebbe mai fingere di non vedere le violenze attorno a sé. Un silenzio assordante, un urlo silente in grado di squarciare le coscienze e di coinvolgere migliaia di donne e di uomini in un immenso, straordinario abbraccio virtuale, un silenzio incontenibile che intende abbattere il muro dell’ipocrisia”.

Il 25 novembre nelle intenzioni del promotore non vuole più essere “la giornata in cui fiumi di inchiostro e miliardi di parole inondano la carta stampata, il web, le piazze, le sedi istituzionali, mentre negli altri giorni dell’anno non si parla di violenza contro le donne con la continuità e l’attenzione che la questione richiederebbe, ma soltanto in concomitanza di violenze efferate o di fatti particolarmente tragici. Noi invece ne parliamo tutti i giorni dell’anno, il nostro è un impegno civile e sociale costante e il 25 novembre ci fermiamo a riflettere. E lo facciamo coinvolgendo migliaia di esseri umani in un silenzio globale, opprimente per i violenti, liberatorio per le vittime, colpevolizzante per gli indifferenti. Perché se la violenza uccide l’indifferenza sa fare altrettanto”.

Per informazioni: pagina Facebook Mister OM – ufficiostampamaipiudeboli@gmail.com – 338.5399557.