Mickey Rourke e Jacqueline Bisset sul set a Orvieto

24 luglio 2018

Mickey Rourke e Jacqueline Bisset a Orvieto sul set del film The winemaker’s son (Il figlio del vignaiolo) per la regia di Paul Leitner. Le riprese si svolgeranno nel mese di agosto nel quartiere medievale.

Sono iniziate il 9 luglio scorso toccando varie località della vicina Tuscia (Castiglione in Teverina in particolare e le zone limitrofe fino a Celleno, Bomarzo, Chia, Lubriano, Bolsena e Civitella d’Agliano), e nel mese di agosto si concluderanno con un
secondo blocco di location umbre ad Orvieto e dintorni, le riprese del film intitolato The winemaker’s son (Il figlio del vignaiolo) scritto e diretto dal regista e sceneggiatore americano Paul Leitner e prodotto dalla Comvesta srl.

Le riprese si svolgeranno nel quartiere medievale tra Via Malabranca e Piazza San Giovenale. La produzione vanta un cast d’eccellenza: McCaul Lombardi, Alessia alciati, Mickey Rourke, Olivier Martinez, Jacqueline Bisset e altri attori di fama internazionale.

Il film è totalmente ambientato in Italia con solo una settimana di riprese negli Stati Uniti, è girato in presa diretta in lingua inglese e narra la storia di Beppe (McCaul Lombardi) un giovane italiano di origine contadina che lascia l’Italia in cerca di fortuna per poi ritornarci dopo molti anni riscoprendo luoghi, sapori e atmosfere della sua infanzia dimenticati, in un viaggio esistenziale e generazionale che gli farà ritrovare se stesso nel contatto con i valori dei suoi genitori, dei suoi nonni e della tradizione italiana e con Annalisa (Alessia Alciati) l’amore della sua infanzia.

Il film è interamente girato nel bellissimo territorio tra Umbria e Alto Lazio sull’antica terra degli Etruschi – afferma il sindaco di Orvieto, Giuseppe Germani – l’Umbria sta svolgendo un ruolo importante nel ‘sistema cinema’ per veicolare a livello nazionale, europeo e mondiale la sua identità culturale e l’accoglienza che questa terra sa offrire, ed il Comune di Orvieto fa parte di questo circuito. Le produzioni cinematografiche sono dunque una prospettiva a cui puntiamo per promuovere la cultura e il turismo della città e del territorio; per questo, secondo le indicazioni della Regione Umbria, l’Amministrazione Comunale è a disposizione per nuove prossime produzioni”.