natale presepi viventi

Presepi viventi, un viaggio a duemila anni fa attraverso i borghi della Tuscia

21 Dicembre 2017

Con le feste natalizie, tornano in tutto il territorio della Tuscia i presepi viventi. Queste rappresentazioni della Natività, alcune di lunga tradizione e altre più giovani ma non per questo meno interessanti, valorizzano gli antichi borghi del Viterbese, che fungono da meravigliosi e suggestivi scenari.

Quello di Tarquinia si è affermato, nel corso degli anni, come uno dei maggiori presepi viventi della provincia, per numeri e qualità. Oltre 300 figuranti e, nel giorno dell’Epifania, il gran finale con l’arrivo dei Magi e del loro fastoso corteo.  Il convento di San Francesco è la location principale. Per il secondo anno consecutivo, il gioiello architettonico che domina la parte più alta del centro storico, ospita la rievocazione. L’ingresso sarà dalla chiesa della Trinità, trasformata nella corte di Re Erode. Da un portone laterale, si proseguirà per alcuni metri su via padre Ronca, per entrare nel convento di San Francesco e lasciarsi catturare dalla magica atmosfera della rievocazione. Sarà un presepe vivente ancora più recitato: figuranti in costume, guardie romane, soldati, fornai, fabbri, pastori, si presenteranno o dialogheranno per dare vita a un grande spettacolo. Ogni quadro sarà una scena entusiasmante e gustosa, perché ci sarà grande spazio per le delizie della gastronomia locale: zuppe calde, bruschette con l’olio della Tuscia, castagne e vino. Date: 26 e 30 dicembre 2017, 6 gennaio 2018.

Il Presepe Vivente di Vetralla, organizzato dall’associazione di promozione sociale Francis & Friends in collaborazione con la Pro Loco e il Comune di Vetralla, avrà come location il centro storico della cittadina sulla Cassia. Caratteristica del Presepe Vivente di Vetralla è la rievocazione di un quadro storico della vita e delle tradizioni dell’epoca ottocentesca, in cui rivivranno mestieri, sapori e colori nello scenario dei vicoli e delle piazzette del centro, con ingresso da Piazza Umberto I. Il prestigio del presepe vetrallese si è ulteriormente accresciuto con la partecipazione di alcuni figuranti al concerto natalizio in Vaticano andato in scena alla Sala Paolo VI al fianco di artisti internazionali quali Annie Lennox, Patti Smith, Noa, Alex Britti, Al Bano, Enrico Ruggeri, Hevia, Lola Ponce e moltissimi altri. Date: 25 e 26 dicembre 2017, 6 gennaio 2018.

C’è attesa anche per l’evento di Bolsena: il presepe si sviluppa nel quartiere medioevale della cittadina lacustre, tra il Castello Monaldeschi, i vicoli e le piazzette del centro, a cura dell’associazione La Corte dei Miracoli e del Comune. Più di 700 metri di percorso per circa quindici scene di rappresentazione di vita popolare al tempo della nascita di Gesù. Oltre alla capanna della Natività ci saranno pescatori, artigiani, falegnami, il mastro ceramista, il fabbro e le lavandaie. E poi il grande mercato, l’accampamento dei soldati romani, il palazzo del censimento e il lebbrosario. Locande con vino caldo, bracieri con zuppe tradizionali e pastori adoperati alla realizzazione del formaggio. A far da cornice al magico scenario ci sarà tanta musica con canti tradizionali e zampognari. Date: 26 dicembre 2017, 6 gennaio 2018.

Compie 48 anni il Presepe Vivente di Corchiano, che torna nel centro storico del paese.La colonna sonora di Nicola Piovani e la voce narrante di Gigi Proietti accompagneranno i visitatori nella magica atmosfera di un vero e proprio spettacolo teatrale all’aperto, impreziosito dalle note del grande compositore e dall’abilità vocale dell’attore romano. Per l’occasione i visitatori potranno apprezzare la scenografia, che si arricchirà di nuovi e sorprendenti scorci, mestieri ed effetti speciali, e a fare il resto saranno i costumi che riprendono fedelmente i vestiti del tempo e gli effetti di scena. Date: 25, 26, 30 e 31 dicembre 2017, 1, 6 e 7 gennaio 2018.

presepe vivente di civita di bagnoregio

Scenario unico al mondo è quello del Presepe Vivente di Civita di Bagnoregio, organizzato dal Comitato Croce Rossa Italiana di Bagnoregio e Lubriano e dal Comune di Bagnoregio. L’antico borgo offre un’ambientazione unica, dove il tempo sembra essersi fermato. Civita di Bagnoregio si raggiunge percorrendo un ponte sospeso nel vuoto, circondato dal panorama della valle dei Calanchi. L’accesso al paese, costruito su uno sperone tufaceo, dà la sensazione di entrare in un sogno. Il presepe è composto da dieci scene diverse che, come in un mosaico, ricostruiscono i giorni della nascita di Gesù: il suq arabo, il castrum romano, Erode, le residenze nobiliari, la tribù beduina, gli artigiani, i magi, i pastori, il lazzaretto e la Natività. Un intreccio di colori, emozioni, bellezza. Date: 26 e 30 dicembre 2017, 1, 6, 7 gennaio 2018.

Molto suggestiva anche l’ambientazione del Presepe Vivente di Sutri: la necropoli del Parco Regionale Antichissima Città di Sutri, vicino all’anfiteatro, lungo la Cassia.  Un percorso di straordinaria bellezza in cui centinaia di figuranti in costume d’epoca si muovono alla luce fioca delle fiaccole romane. Un teatro naturale per un evento che vuole ricreare la vita quotidiana della Palestina di allora, un viaggio indietro nel tempo fra le ambientazioni di 2000 anni fa. Lungo tutto il percorso si potranno ammirare donne, uomini e bambini intenti a svolgere i lavori e i giochi dell’epoca, un accampamento di soldati romani e ovviamente la stalla dove è nato Gesù. Il tutto accompagnato da una musica di sottofondo che renderà l’ambientazione ancora più magica. Date: 26 e 30 dicembre 2017, 1, 6, 7 gennaio 2018.

presepe vivente sutri

Caprarola non è solo Palazzo Farnese, ma anche un centro storico medioevale e rinascimentale: qui il Presepe Vivente inizia da Piazza Vignola, dove si trova anche la biglietteria, e raggiunto un piccolo gruppo si parte alla scoperta del presepe tra vicoli e scorci del borgo, ammirando piazzette e angoli caratteristici, degustando prodotti della tradizione e soprattutto entrando nelle antiche cantine scavate nel tufo e nelle stalle dove sono riproposti gli antichi mestieri. Al termine di un suggestivo percorso, si raggiunge la natività del Presepe Vivente di Caprarola, allestita proprio in un’antica stalla con tanto di mangiatoia, bue ed asinello, Giuseppe e Maria e, quando possibile, un vero bambino in fasce tra le braccia di Maria. Date: 26 dicembre 2017, 1 e 6 gennaio 2018.

Il Presepe Vivente di Vejano è giunto alla diciassettesima edizione ed è nato nel 2001 dall’idea di uno sparuto gruppo di persone, che partendo dai piccoli della scuola dell’infanzia è riuscito a rivalutare una parte dell’antico borgo di Vejano, ormai quasi del tutto spopolato. Negli anni successivi, la popolazione ha coadiuvato gli organizzatori, adoperandosi in vari modi: riaprendo vecchi locali, fornendo manodopera e attrezzature, esprimendo fantasiose ricostruzioni di antichi mestieri (mulini, fornai, fabbri, falegnami) e situazioni (mercati, accampamenti militari, ovili, vecchi palazzi, un vero lago, una piscina romana, una colonia di lebbrosi e tanto altro) e partecipando anche come figuranti. Date: 26 dicembre 2017, 1 e 6 gennaio 2018.

A Montefiascone l’evento ha come titolo Il Mistero della Natività. Nel suggestivo scenario del centro storico di Montefiascone, il presepe sarà animato da oltre 200 figuranti, due compagnie teatrali, artisti di strada, zampognari ed altri. Degustazione prodotti tipici locali. Apertura dalle ore 17 in Piazza Vittorio Emanuele. Date: 26 dicembre 2017, 1 e 6 gennaio 2018.

Sconfiniamo leggermente in provincia di Roma con il presepe vivente in costume medioevale di Canale Monterano. Lo scenario è di altissima suggestione: le rovine dell’antica città di Monterano.L’evento, giunto alla sesta edizione, vede la scena della Natività per la prima volta allestita nel Convento di San Bonaventura, comparso sulle pellicole cinematografiche, che quest’anno ha ospitato l’attore americano Ridley Scott per le scene del film All the money in the world. Novità dell’edizione 2017 saranno il processo alla Strega, Sisto IV della Rovere e, il giorno della Befana, l’arrivo dei Magi. Inoltre, grazie alla collaborazione con la Contrada San Gregorio di Orte, sarà possibile ammirare il particolarissimo Palio degli Arcieri. Date: 17 e 26 dicembre 2017, 6 gennaio 2018.

Altri presepi viventi sono in programma a Ronciglione (26 dicembre 2017 e 6 gennaio 2018), Onano (6 gennaio 2018), San Lorenzo Nuovo (6 gennaio 2018) e a Viterbo presso il Santuario di Santa Maria della Quercia nel chiostro grande.