nuovo teatro verdi di terni

Il progetto del nuovo Teatro Verdi di Terni

28 Febbraio 2021

Il progetto del nuovo Teatro Verdi di Terni punta a restituire alla città il suo storico teatro in Corso Vecchio. Chiuso per problemi di agibilità da oltre dieci anni, le sue origini risalgono al 1849. Cioè all’epoca d’oro in cui fiorirono i classici teatri all’italiana.

In seguito a un concorso pubblico indetto dall’amministrazione comunale, che ha visto in gara 33 progetti da tutta Italia, è risultato vincitore quello dello studio AMAA di Venezia. Un progetto che reca la firma dei giovani architetti Marcello Galiotto e Alessandra Rampazzo. Hanno collaborato inoltre i colleghi Margherita Simonetti e Francesco Rigon, Sinergo SpA (strutture e impianti) e Studio Baccan con Linda Parati (progetto acustico).

Il nuovo Teatro Verdi di Terni: tradizione e innovazione

Il nuovo Teatro Comunale Giuseppe Verdi di Terni, di fatto, sarà interamente ricostruito ad esclusione del portico neoclassico sull’ingresso principale. Vuole presentarsi come un mix di tradizione e innovazione, cercando un equilibrio tra antico e moderno per inserirsi nel migliore dei modi nel contesto urbanistico del centro di Terni.

Non è mai semplice, in Italia, intervenire nei centri storici creando il giusto dialogo con la configurazione e la storia dei luoghi. In questo caso, spicca, in particolare il retro del nuovo edificio, su Via Sant’Agape. Una soluzione che riqualificherà una zona piuttosto degradata, dandole un aspetto innovativo ma ben armonizzato nel tessuto urbano. Infatti questa parte sarà composta da due elementi: uno inferiore, in mattoni, all’altezza degli edifici circostanti già esistenti; e uno superiore, svettante, in cemento armato lasciato a vista, sabbiato e lucidato, per conferire un’estetica più materica e avere allo stesso tempo l’effetto di riflesso del contesto.

L’interno richiamerà la forma tipica del teatro all’italiana, con platea e galleria (in più ordini) rigorosamente separate. Una linea che ha prevalso su una corrente di pensiero che avrebbe preferito una soluzione progettuale completamente innovativa e che è stata oggetto di un acceso dibattito locale.

Altre informazioni

Il progetto del nuovo Teatro Verdi di Terni “si pone l’obiettivo di rappresentare, attraverso la sua ristrutturazionespiegano i progettisti a ProfessioneArchitetto.itla compresenza di tutti i tempi e di tutte le fasi che ne hanno determinato l’attuale configurazione, con particolare attenzione alle tracce non più visibili. Un approccio delicato in un tessuto urbano consolidato, che abbraccia il passato proiettandosi verso il futuro, aspirando ad attraversare tutte le diverse configurazioni che l’edificio ha assunto nel tempo, nell’ottica di raccoglierle nel nuovo intervento“.

Il teatro potrà contenere fino a 800 spettatori. Il ridotto sarà in grado di ospitarne altri 200. Ci sarà anche un ingresso laterale. Il costo complessivo dell’opera sarà di 8 milioni e il cantiere si svilupperà probabilmente tra il 2021 e il 2023.

Foto tratte da www.professionearchitetto.it

nuovo teatro verdi di terni

nuovo teatro verdi di terni