Realtà aumentata: “Zero”, la guida interattiva al non spreco

26 Giugno 2018

Zero, la guida interattiva al non spreco, è uno dei primi esempi di pubblicazione editoriale in realtà aumentata. Nata da un’idea di Barbara Molinario, il progetto è stato realizzato da Road to Green 2020 con i prestigiosi patrocini del Ministero dell’Ambiente, Roma Capitale, Legambiente, Confcommercio, Conferenza delle Regioni, Food for Good e Cinecittà World.

La pubblicazione vede come protagonista una piccola pasticciera nata dalla penna di Silvia Amantini, illustratrice specializzata in animazione, di Gérôme Bourdezeau, ex direttore di Eataly Roma, diventato poi ambasciatore del progetto e dell’art director di Skylab Studios Leonardo Tosoni. La giovane pasticciera si chiama Chef Susie, è la prima food blogger in realtà aumentata, una vera e propria innovazione per l’editoria infantile. A realizzare il sistema di realtà aumentata è Skylab Studios di Tarquinia (VT), partner tecnologico del progetto. La piccola chef si è stata premiata dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e dall’attuale assessore Gianpaolo Manzella con il premio Imprese culturali e creative 2016, messo in palio dalla Regione Lazio tramite il bando 2016 del Fondo della Creatività di Lazio Creativo, un traguardo importante che ha dato modo all’idea di muovere i primi passi.

La prima apparizione in pubblico per Susie è stata in occasione del festival di cultura digitale Medioera a Viterbo, durante il quale Silvia è salita sul palco e ha mostrato agli spettatori le prime pagine del libro interattivo ricevendo il Premio Luigi Fantappiè. Ma non è finita qui, perché la piccola Chef il 21 maggio ha fatto il suo debutto ufficiale al Forum Internazionale La città del Futuro promosso dall’associazione Road to Green 2020, che si è svolto a Roma presso la meravigliosa terrazza della Associazione Civita in Piazza Venezia. Un importante progetto rivolto al riuso alimentare che vede Chef Susie coinvolta insieme a chef di un certo livello, tra questi: Salvatore De Riso, uno dei migliori 10 pasticceri al mondo, Oliver Glowig, 4 stelle Michelin, Dino De Bellis, premiato dal Gambero Rosso nel 2011, Pasquale Torrente, conosciuto come lo “chef che sussurra alle alici”, noto anche per essere il re del fritto di Eataly e Francesca Castignani, unica donna ad aver ricevuto le ambite “Tre torte“ sulla guida Pasticceri & Pasticcerie 2018 del Gambero Rosso. Oltre a loro anche lo chef Marco Claroni dell’Osteria dell’Orologio di Fiumicino, Maria Luisa Zaia dell’Oste della Bon’Ora e la chef emergente Gambero Rosso Alba Esteve Ruiz del Marzapane di Roma. Insieme agli chef fa il suo esordio anche Leonardo Tosoni in veste di food blogger per la piattaforma Piattoriccomciificco.

Il libro raccoglie 9 ricette, tutte arricchite da realtà aumentata e codici QR. Ognuna di queste è interattiva, dopo aver scaricato l’app ufficiale è sufficiente inquadrare la foto del piatto per far apparire magicamente, sulle pagine del libro, le video ricette per imparare a cucinare il piatto proposto dallo chef. Le ricette hanno anche dei codici QR grazie ai quali accedere a delle schede per smartphone dove poter seguire passo passo tutto il procedimento. Zero non è solo ricette, ma anche consigli e curiosità per sensibilizzare le famiglie a non sprecare il cibo. All’interno della pubblicazione è presente anche il decalogo del non spreco redatto dalla giornalista televisiva Lucia Cuffaro, presidente del Movimento per la Decrescita Felice. Ogni regola del decalogo è illustrata da una vignetta di Chef Susie che, se inquadrata con l’app ufficiale, si anima e parla con i bambini per spiegargli come rispettare il decalogo.

A chiudere le prestigiose firme anche le nutrizioniste Teresa ed Emiliana Pesce con i loro consigli pratici e il dottor Giuseppe Morino, pediatra e dietologo responsabile della Unità Operativa di Educazione Alimentare dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma.