Boys just wanna have fun! La moda uomo estate 2018

25 Luglio 2018

Caldo, vacanze alle porte, testa altrove e penuria di argomenti… il momento perfetto per quell’articoletto sulla moda uomo! Una guida dell’ultimo momento, per recuperare i must have estivi in saldo, con un occhio proiettato a quei capi furbi e sfruttabili anche nella prossima stagione autunnale.

Come per l’universo femminile, a dominare è il ritrovato e ipercelebrato decennio anni ’80/’90: le linee si allargano fino a raggiungere l’oversize, tornano gli anfibi, i loghi e i completi eleganti bianchi e lucidi come in una puntata di Miami Vice! È una moda provocatoria, rilassata e piuttosto divertente come il periodo al quale si ispira. Fate scorta di felpe e t-shirt logate, griffate, ipercolorate ed ipergrafiche: un vortice di tinte, stampe, messaggi, linee geometriche, composizioni astratte, zig zag… irresistibili! Come il mood sporty, che decreta il ritorno della tuta acetata e con la zip e della giacca tecnica, in tessuto idrorepellente e dai colori quasi fluo a contrasto. Amici, ora è cool e la potete indossare anche post estate, è versatile, leggera e pratica. Top recuperarla in un vintage store.

Se ancora non l’avete fatto, acquistate una camicia hawaiana, sgargiante, di paninara memoria e rigorosamente a maniche corte… estivissima! Perfetta con cappellino da baseball, paglietta o visiera; per un aperitivo, per scendere in spiaggia, per un pool party ed ora, con gli abbinamenti giusti, anche per le occasioni più composte e chic. Potete naturalmente indossarla con gli shorts (avvistati anche in versione ridottissima!), declinarla in stile bowling anni 50 con dei pantaloni sartoriali con tanto di pinces, orlo alto alla caviglia, calze lunghe e mocassini; sceglierla in seta ed abbinarla come un dandy inglese al trench chiaro e ai pantaloni scuri o addirittura mitigarla con un severo doppiopetto. Se non ve la sentite di osare, optate per micro fantasie jungle (animali sauvages, palme, banane…), su sfondi monocromi dalle tonalità più rassicuranti.

Altro trend assai ardito, è il ritorno della workwear jumpsuit anche per lui, intera e di chiara ispirazione alle divise lavorative, con mille tasche e cinture dai marsupi incorporati…per novelli SuperMario! Tra le tinte top, si distinguono il bianco sparato, il giallo, il rosso e soprattutto il rosa, più tutta una palette di pastelli (dall’azzurro al lavanda), per brillare da giorno a sera.

Ritorni da brivido: i pantaloni colorati (in jeans, cotone e lino), le giacche dalla linea boxy con le spalle imbottite ed esagerate e… la cafonissima e discussa canottiera, proposta persino con la spallina stretta e in cromìe nude…OMG!

Tra i capispalla si consiglia l’acquisto della giacca in denim, optando per una versione più contemporanea, destrutturata e con cuciture a contrasto; del bomber, anche coloratissimo; del giubbino in suede anni Settanta, perfetto capo passepartout da indossare fino a novembre!

Sneakers e sto! Elasticizzate, firmate, tecniche, prodotte con la plastica recuperata dagli oceani… le vecchie scarpe da ginnastica, sono senz’altro le calzature da avere e con le quali vi potete sbizzarrire ed ampliare il vostro parco scarpe. Ah, anche le slides, (le tristemente celebri ciavatte), resistono e si propongono accessoriate di minimarsupi o pratici apribottiglie incorporati!

In ultimo, la borsa, una volta ad esclusivo appannaggio di noi Signorine, inizia ad essere adottata abitualmente anche nella moda maschile: zaini comodi e versatili, marsupi multitasking, ma anche classiche e capienti handbag con maxi logo ben in vista e tracolle colorate, in tessuto o in pelle e in versione mini per la sera.