Candy Box

28 Aprile 2017

Eleonora Anzini

 

Il gruppo nasce due anni fa. Come vi siete trovati insieme? E perché Candy Box?
Dopo una chiacchierata in un bar tra me (Lara) e Valerio, ci siamo detti: “Ma perché non formiamo un gruppo pop-rock che suoni interamente dal vivo?” Abbiamo condiviso l’idea con Francesco, Pierluigi e Sergio e ​visto che siamo qui a parlarne immaginate voi stessi come è andata a finire! Per quanto riguarda il nome, ci piaceva un simbolo che richiamasse subito alla mente gli anni ’80, periodo musicale in cui tutto era possibile e dove secondo noi sono avvenute le più importanti sperimentazioni musicali. Quindi, sbirciando tra gli oggetti di quegli anni, ci sono tornate in mente le classiche caramelle colorate contenute nelle candy machine, allora abbiamo segnato su un foglietto candy box e ci siamo talmente affezionati a quell’idea che poi è diventata il nostro nome. Per noi le canzoni sono come le caramelle, diverse per forma e colore ognuna con un sapore diverso: ciò che vogliamo offrire al nostro pubblico è la giusta degustazione in base ai diversi palati.

Qual è il vostro percorso musicale?
Ognuno di noi proviene da esperienze musicali diverse: Valerio è stato il batterista dei Fever, hard-rock band molto in voga sulle scene musicali ternane tra il 2006 e il 2011. Pierluigi è stato il pianista di numerose band del centro Italia. Francesco è compositore e autore di testi e ha alle spalle varie esperienze in band che propongono i suoi pezzi. Sergio, originario della Sicilia, ha portato la sua vena funky in molte località della sua regione. Lara, ha avuto molti trascorsi tra serate di pianobar, concerti, performance live con diversi gruppi.

Il vostro repertorio è composto dalle più famose cover anni ’70, ’80 e ’90: come scegliete quelle da proporre al pubblico?
“Litigando” fino allo strenuo delle forze… Ma alla fine sceglie Lara, la donna alpha del gruppo!

Il coinvolgimento della gente è molto importante per un gruppo come il vostro: come riuscite in questo senso?
Cercando di interagire con il pubblico nel miglior modo possibile e tenendo sempre alto il loro interesse per la musica che stiamo proponendo.

​Un sogno nel cassetto?​
Pogare ad un concerto dei Red Hot Chili Peppers, ma anche suonare su un aereo in volo!

Tre canzoni chiave​?​
Rimmel di Francesco De Gregori, Ordinary world dei Duran Duran, Why di Annie Lennox ed Enjoy the silence dei Depeche Mode. Ops, sono quattro!

Progetti per il futuro?
Suonare sui nuovi sette pianeti scoperti, sicuramente anche lì mangiano caramelle!

Eleonora Anzini

CANDY BOX
Lara Bassetti, voce​
Francesco Ambrosini, chitarre​
Pierluigi Bernardini, tastiere​
Sergio Strazzulla, basso​
Valerio Persichetti, batteria​

CONTATTI
facebook.com/candybox.coverband
soundcloud.com/candy-box-3