Questione di credo. Body mod e religioni

9 Marzo 2017

Il rapporto tra le principali religioni monoteiste e le body mod è stato sempre conflittuale: la Bibbia, libro sacro per cristiani ed ebrei, condanna esplicitamente ogni modificazione corporale, così come il Corano per gli islamici.

Discorso a parte va fatto per le religioni orientali come buddismo o induismo, in cui non esistono veri e propri dogmi né un unico testo sacro: questo le rende più possibiliste rispetto a tali pratiche.

Al contrario, nelle religioni animiste le body mod sono, solitamente, parte integrante delle pratiche religiose. In realtà, le religioni hanno sempre comunicato le loro credenze attraverso un potente apparato simbolico tramite il quale esprimere le loro più profonde verità: mandala buddisti, divinità indù, santi e icone sacre nel cristianesimo, sofisticate figure geometriche nell’islam. Motivo per cui, anche a loro insaputa, hanno dato un notevole contributo a questa arte, soprattutto nel caso del tatuaggio.

Nei prossimi numeri analizzerò diversi ceppi religiosi in rapporto al tatuaggio e alle altre mod, tentando di mettere in evidenza come aumenta il grado di libertà generale nei luoghi in cui queste sono più diffuse.

Facebook: Luca Piercer Antonaglia

T Rooster Tattoo Viterbo