Sativa Roots Ensemble

30 Ottobre 2017

Ciao Gillo, ci rivediamo! Ti abbiamo trovato già membro e fondatore di gruppi, poi da solo e ora accompagnato da questa band, il Sativa Roots Ensemble. Come nasce il progetto?
Suonare con la band è sempre una grossa dose di adrenalina e ti permette di amplificarne l’effetto unendo le energie di tutti i componenti. Il progetto nasce per caso, in una tipica scampagnata primaverile tra bonghi, chitarre e ukulele, dove ci siamo subito trovati ed è stata logica conseguenza proseguire.

Con il Sativa Roots Ensemble proponete il reggae in una versione back to the roots. Cosa vi ha portato a questa scelta stilistica?
Il reggae nasce tanti anni fa ed è alle radici che si dovrebbe guardare per gettare fondamenta durature: non a caso ci siamo concentrati sul roots degli anni ‘70 cercando di assimilarne la “grammatica” e studiando i contemporanei di Bob Marley che hanno contribuito non poco a diffondere globalmente questa musica.

Già un disco pubblicato, Hempiness: ce ne parli?​
Il disco è uscito il 21 giugno 2017 ed è interamente prodotto dal Sativa Roots Ensemble, registrato e mixato ai Busthard Studios di Terni da Giorgio Speranza e Saverio Paiella. Sei tracce di roots rock reggae schietto, un EP che guarda con rispetto al reggae degli anni ‘70 in cui era normale anche sentire chitarre urlare e mischiarsi a ritmiche tra il dub e la psichedelia.

​Come e da cosa nascono i vostri pezzi?​​
Durante le prove, proprio mentre prendevamo confidenza con i mostri sacri del roots giamaicano e non solo, abbiamo subito iniziato a scrivere canzoni tutti insieme, coinvolti nel processo creativo, ognuno cercando di dare la propria impronta strizzando l’occhio anche ad altre sonorità senza pregiudizi inutili.

​Un sogno nel cassetto?​
Più che un sogno nel cassetto, il nostro obiettivo a breve termine è quello suonare live nei festival reggae e produrre sempre musica che ci piaccia e ci rappresenti.

Tre canzoni chiave?​
Satta Massagana dei The Abyssinians, Ring of Fire di Johnny Cash e Better Run del Sativa Roots Ensemble

Progetti per il futuro?
Stiamo già scrivendo pezzi nuovi, sempre impegnati nella ricerca di un sound che sia nostro e renda riconoscibile il Sativa Roots Ensemble.

Eleonora Anzini

SATIVA ROOTS ENSEMBLE
​Gillo: voce e ukulele
Marzio: basso e cori
Giack: chitarre e cori
Pino: tastiere e cori
Zak: batteria e cori

CONTATTI
www.facebook.com/GilloAndTheReggaefistols

www.instagram.com/sativa_roots_ensemble

 

Credits Photo: G.P. Pulcini