Too Much Ado

29 Settembre 2017

Ore di lavoro spese in sala prove, sudore, rumore, fino ad arrivare all’uscita del loro ep che ne ha fatto uno dei gruppi più affermati della provincia di Viterbo, portandoli a suonare anche al di fuori dei confini laziali.

Poi, il silenzio improvviso, confluito in tre lunghi anni di pausa. Ma poco importa, perché i Too Much Ado sono tornati, e sono pronti a farlo sapere a suon di live.

Cosa si prova a tornare su un palco dopo questo lungo periodo di pausa?
Adrenalina. Tensione. Entusiasmo. Un po’ di paura, anche. Varie vicissitudini ci hanno bloccato in questi tre anni e ci sta anche una, leggerissima, voglia di riscatto contro tutto quello che ci è andato storto.

Cosa è cambiato durante lo stop all’interno della band? Quali sono le vostre sensazioni al momento?
Con l’uscita di Valentino Rosi, che ha sposato un progetto solista, siamo rimasti in tre ed abbiamo rivisto un po’ il nostro approccio al sound con una chitarra in meno. Abbiamo scritto e portato pezzi nuovi e siamo curiosi della risposta che potranno avere sul pubblico.

Come valutate le possibilità di esibirsi dal vivo qui in zona rispetto a qualche anno fa?
Pessime. La situazione è andata solo peggiorando, sia per quanto riguarda il numero di locali che puntano sulla musica dal vivo, sia per le associazioni organizzative. Chi ancora regge, lo fa di cuore e passione. Provare a ricreare qualcosa è diventato sia un diritto che un dovere.

Avete presentato dal vivo del nuovo materiale?
Lo scorso 16 settembre 2017 al SunKeys di Vetralla abbiamo fatto la nostra serata di ritorno. Solo canzoni nuove che spezzano col passato e hanno tutte un filo conduttore: sono la rappresentazione delle nostre emozioni di questi anni di stop. Ne siamo fierissimi.

Quali sono le vostre priorità al momento? Avete intenzione di concentrarvi sull’aspetto live o magari vi state già muovendo per dare vita al successore di NO!?
Vogliamo solo suonare. Le nostre canzoni sono ancora in divenire e un album ancora non l’abbiamo contemplato. Abbiamo ben in mente come muoverci, ma per ora vogliamo solo divertirci insieme sul palco.

Dino Manoni

TOO MUCH ADO
Claudio Pisa: voce
Andrea Saraca: chitarra
Alessandro Medori: batteria

CONTATTI
www.facebook.com/toomuch.ado