Tarquinia skylab studios

Turismo: Tarquinia e Montalto tra le città innovative alla Fitur di Madrid

23 Gennaio 2018

Terzo anno consecutivo per l’azienda tarquiniese Skylab Studios alla Fitur di Madrid. La Fiera Internazionale del Turismo della capitale spagnola, ha presentato, come tutti gli anni, le ultime novità e le mete preferite del panorama turistico mondiale.

Tra gli stand della fiera, anche quest’anno, protagoniste le soluzioni innovative dell’agenzia di comunicazione innovativa che fa parte del Gruppo Giovani di Unindustria. Nei quattro giorni dell’evento si sono alternate presentazioni e workshop dove alcune delle città, clienti di Skylab Studios, si sono particolarmente distinte per innovazione e idee proposte.

La mattina del primo giorno è stato il momento della città di Genova e del suo sistema di segnaletica turistica interattiva realizzato con placche in ceramica 100% made in Italy. Con l’occasione sono stati presentati i dati di accesso e utilizzo della segnaletica che, da due anni, accompagna tutti i turisti a partire dal Porto Antico, passando per i Carrugi, fino ad arrivare al patrimonio mondiale Unesco dei Palazzi dei Rolli. Oltre 200 placche al servizio del turista per facilitare l’accesso al patrimonio sfruttando QR code e chip NFC presenti in tutto il percorso.

Nel pomeriggio si è passati dalla Liguria al Lazio, dove protagonista è diventata la segnaletica interattiva della cittadina d’arte di Genazzano. Qui il sindaco Fabio Ascenzi ha realizzato un circuito innovativo grazie al quale poter conoscere la storia e il patrimonio artistico della cittadina laziale. Il sistema ha una sofisticata serie di servizi utili ai disabili, videoguide in LIS per sordi, virtual tour per i portatori di handicap e audioguide per le persone cieche. Genazzano, nel territorio della Città Metropolitana di Roma, è stata una delle prime realtà a realizzare un sistema così innovativo per l’accoglienza turistica che sta facendo da esempio a tante altre città italiane e non solo.

Il 19 gennaio è arrivato il momento del progetto che tra poco sarà presentato al grande pubblico. Un prestigioso progetto di innovazione, accoglienza e accessibilità che farà di Siena, in Toscana, una delle più innovative nel mondo. Un completo sistema di indicazione realizzato in collaborazione con la CL Services. Fortemente voluto dall’assessore al turismo Sonia Pollai e dal sindaco Bruno Valentini, il progetto Siena come non l’avete mai vista ha già ricevuto alcuni premi, tra cui il Road to Green Award per l’innovazione e sta per prendere vita, prima della primavera, in tutto il centro storico famoso in tutto il mondo.

Sabato 20 si è parlato solo delle più innovative soluzioni e, accompagnata dalla realtà aumentata, la città di Tarquinia si è distinta particolarmente grazie all’incredibile visita della Magica Sala degli Affreschi. Per l’occasione è stato possibile effettuare la visita con dei visori per la realtà virtuale, che hanno dato la possibilità alla persone di immergersi nell’atmosfera incantata della Sala degli Affreschi del Comune di Tarquinia. Questa sala, grazie ad un progetto di Skylab Studios, è interattiva e i personaggi, presenti negli affreschi, una volta scaricata l’app gratuita Skylapp, se inquadrati con uno smartphone o tablet, prendono vita. Con la realtà aumentata si animano e parlano ai turisti raccontando la loro storia e quella della “vecchia” Corneto, il nome medioevale di Tarquinia. La soluzione più avanzata tra tutte quelle proposte che si prefigge di diventare uno standard di comunicazione all’interno dei principali musei e mostre.

La conclusione del salone del turismo è stata firmata da una serie di video dove sono state presentate altre soluzioni e progetti di alcune città italiane come Montalto di Castro con la guida interattiva, Cisterna di Latina con una guida sfogliabile via smartphone e web, Fogliano di Redipuglia (GO) con il noto Museo Multimediale della Grande Guerra, Manciano (GR) con l’allestimento del Museo della Preistoria e Protostoria della Valle del Fiume Fiora, Città della Pieve (PG) con Palazzo della Corgna e per finire un affascinante volo sui cieli di Orsomarso, in provincia di Cosenza, seguendo il corso del Fiume Argentino nel Parco Nazionale del Pollino fino al piccolo borgo.