retrottanta anni '80

“Retrottanta”, a Bagnoregio la mostra “Easypop Collection” e i murales di Paolo Carriere


data: dal 13 aprile al 5 maggio 2019

luogo: Bagnoregio Vt

orario:

Il festival Retrottanta è un nuovo format interamente dedicato alla cultura pop degli anni ’80, ideato e organizzato da Carlo Cozzi e Mirco Delle Cese, che si terrà in due fasi: la prima dal 13 aprile al 5 maggio 2019 (mostre e presentazioni) e poi ad agosto (10 giorni di eventi musicali, culturali e di costume).

L’ambizione di Retrottanta è quella di diventare il primo festival italiano ed europeo della cultura pop anni ’80. Faranno parte di questa prima edizione ospiti ed eventi di grande richiamo. Si comincia a Bagnoregio con la mostra Easypop Collection. Eroi e miti classici di Roberto Mazzeo, con oltre 50 opere esposte tra dipinti, sculture e disegni, allestita a Palazzo Petrangeli Papini, in Via Roma, dal 13 aprile al 5 maggio 2019.

Easypop Collection di Roberto Mazzeo

easypop collection roberto mazzeo

L’immaginario della nostra infanzia incontra la scultura classica. Ed ecco che tutto risulta sempre attuale. Le vicende umane, descritte nel passato, oggi contaminate, rinascono.  Il lavoro di Easypop si presenta come un perfetto connubio e punto di incontro tra la cultura giapponese e quella europea. Nella mostra saranno esposte oltre 50 opere tra dipinti, sculture e disegni. L’artista reinterpreta famosissime opere d’arte classica attraverso l’utilizzo degli anime degli anni ’70 e ’80 che spopolarono in quegli anni ed ottennero un grandissimo successo anche qui in Europa e che tutt’ora godono di un grande seguito.

Come il grande Go Nagai, creatore dei mitici robot si ispirò all’immaginario ed alla tradizione iconografica ellenica, Easypop traccia un ideale percorso al contrario in cui, rielaborando alla maniera tutta italiana, rimescola e rende proprie le icone per renderle nuovamente vive tra classico e contemporaneità.  L’esposizione sarà quindi occasione per cogliere e raccontare approcci, similitudini e differenze tra le nostre culture ed inoltre offre lo spunto per approfondire la conoscenza delle stesse opere classiche citate attraverso il racconto di aneddoti e leggende mitologiche da cui derivano.

Un coacervo composito in cui convivono curiosità, gioco, ironia, spirito d’osservazione e passione per il mondo dell’arte: questo è Roberto Mazzeo. Il suo fare attualmente è concentrato su Easypop, uno strano progetto che, nato per sfida e per strane congiunzioni astrali, è riuscito a ritagliarsi un proprio spazio nel panorama artistico della Neo Pop art. Easypop è concepito come un open project, in cui, in base alle esigenze, si plasma per affrontare le nuove sfide artistiche. Il termine pop è ormai familiare, ma è diventato oggi troppo generico. La pop art originaria ha subito nel tempo una trasformazione, un’evoluzione ed Easypop persegue proprio questo, cioè il tentativo di ricerca e di evoluzione.

Paradossi, rimandi ed omaggi alla storia dell’arte sono gli strumenti che permettono di generare letture multiple, celando domande e riflessioni. Easypop Collection è una mostra d’arte contemporanea dove sogni, ricordi e giochi d’arte si incontrano per rappresentare nuove suggestioni. Il timbro utilizzato, è sostanzialmente un logo-non logo, cioè un semplice smile, ormai diventato di uso comune. È apposto su ogni opera realizzata ed è un elemento di disturbo voluto e necessario per creare un ulteriore cortocircuito. Il simbolo assume di volta in volta un ruolo diverso nell’opera stessa. Può avere la funzione di osservatore, come lo siamo noi quando guardiamo l’opera, oppure, in altri casi, è il logo stesso che ci osserva, con quel sorriso un po’ beffardo.

Ingresso a 4 euro intero, da 0 a 14 anni e over 65 ridotto a 2 euro. Ridotto con voucher (nei locali di Bagnoregio e presentando il voucher sullo schermo dello smartphone online): euro 3,00.

I murales di Paolo Carriere

Sempre nell’ambito di Retrottanta, si terrà un’esposizione permanente dei murales di Paolo Carriere: dal 13 aprile presso i borghi di Castel Cellesi e Vetriolo (frazioni di Bagnoregio): 5 fantastiche creazioni dedicate ai miti dell’animazione giapponese degli anni ’80.

L’artista pugliese è assurto agli onori della cronaca nazionale grazie al ritratto murales di Cristiano Ronaldo quando l’estate scorsa (2018) è stato acquistato dalla Juventus. L’immagine è diventata virale nel web ed è servita a far conoscere l’opera pittorica di Carriere che nel frattempo nella sua città di origine, Grottaglie, è stato ingaggiato dalla municipalità come ambasciatore della città (per il 2019 è stato realizzato un calendario con i suoi murales più belli accompagnati da una cartina geografica della municipalità per poterli ammirare da vicino).

I curatori

Carlo Cozzi, classe 1978, ventennale esperienza come producer presso importanti società di produzione televisiva per programmi in onda sui principali network nazionali (sia in chiaro, digitale terrestre, piattaforme streaming e canali satellitari). Appassionato da sempre degli anni ’80 e in particolar modo degli aspetti legati alla nascita della tv commerciale in Italia, collezionista di memorabilia e modernariato del decennio più pop di tutti i tempi. Ha fatto proprio il motto “Non si esce vivi dagli anni ’80” ricollegando gli aspetti del presente a quelli della propria infanzia.

Mirco Delle Cese, autore de I miei anni’80 (Fondazione Mario Luzi) e Piccolo almanacco degli anni ’80 (26lettere editore), il libro Anni ’80 a fumetti e Pellerossa – Antologia dal SandCreek, collabora con interviste e altri articoli per riviste di settore, come Skuola.net e altri siti come www.glianni80.it. Di recente ha scritto le sceneggiature teatrali, Portineria Zorro, Un fantasma per due e L’abito fa il monaco. Cura la rubrica Almanacco Pop in onda ogni giorno su Radio Show Italia. Inoltre è stato redattore del portale giornalistico Italiani Coraggiosi. Studia da autore cinematografico e televisivo. Dal 1997 è in forza al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.



tel:

e-mail:

web: www.retr80ttanta.it










Strutture Vicine

osteria-del-grillo Image

[11 km] Osteria del Grillo

L’ Osteria del Grillo, recentemente rinnovata nell’offerta enogastronomica e organizzativa, occupa storicamente a Orvieto una posizione di valore, grazie a un’ attività di ristorazione nata durante gli anni ’40.

ristorante-biccaba Image

[21 km] Ristorante Biccabà

Locale dal design impeccabile, essenziale e moderno, situato nel Centro Commerciale CineTuscia Village di Vitorchiano.

trattoria-la-quercia-matta Image

[21 km] Trattoria La Quercia Matta

Un’atmosfera calda e accogliente resa ancor più suggestiva dalla quercia ultracentenaria che si erge al centro del giardino.



Da vedere

muvis-museo-del-vino-delle-scienze-agroalimentari Image

[9 km] MUVIS - Museo del Vino e delle Scienze Agroalimentari

Il MUVIS – Museo del Vino e delle Scienze Agroalimentari è inserito all’interno del vasto ed articolato complesso produttivo dei Conti Vaselli, situato nel cuore del borgo di Castiglione in Teverina, ovvero nella grande cantina distribuita su 6 piani (1° piano, piano terra e 4 piani sotterranei), non più in uso, che ha richiesto un esteso intervento di recupero edilizio.

pozzo-della-cava-orvieto Image

[10 km] Pozzo della Cava

ll complesso ipogeo del Pozzo della Cava di Orvieto è stato riportato alle luce tra il 1984 e il 2003 e reso fruibile soltanto con l’impegno della famiglia che ne è proprietaria, senza alcun contributo pubblico.

teatro-mancinelli-orvieto Image

[10 km] Teatro Mancinelli

Un percorso tra arte, storia e cultura alla scoperta dei segreti di un teatro ottocentesco. Il Teatro Mancinelli di Orvieto. Le porte del teatro sono aperte a tutti quei turisti e cittadini che, apprezzandolo come sede di programmazioni teatrali, sono desiderosi di conoscerne anche il profilo storico e artistico.